‘Me contro Te’ trasmesso con i sottotitoli per realizzare il sogno di un bimbo non udente

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un bimbo è non udente e allora il cinema gli fa una sorpresa: proietta il suo film preferito con i sottotitoli. Accade al Multiplex Teatro Fasano di Taviano, in provincia di Lecce, dove un piccolo spettatore sordo ha potuto vedere la pellicola dei suoi idoli – Luì e Sofì – tra i tantissimi ragazzini che in questi giorni affollano le sale italiane per Me contro Te il Film.

Il desiderio del bimbo di 8 anni di Ugento, che ha perso l’udito quando era più piccolo, era quello di vedere i suoi beniamini al cinema, ma sembrava impossibile da realizzare: per i non udenti è ancora poco usuale, in Italia, riuscire a vedere film sottotitolati nelle sale.

Ma la mamma del piccolo, Angi M., non si è scoraggiata e ha chiesto allo staff del multisala come poter esaudire il desiderio del piccolo spettatore. In un attimo, la macchina si è messa in movimento e il titolare del Multiplex si è rivolto alla Warner Bros Italia, che ha distribuito il film di Luì e Sofì nelle sale cinematografiche.

E così è accaduto il miracolo. La casa di distribuzione e il cinema sono riusciti nel loro intento e domenica pomeriggio, il bambino, accompagnato dalla mamma e da due amici, ha potuto vedere Me contro Te con i sottotitoli e in una sala tutta per lui.

Per noi è stata una gioia immensa aver fatto felice un piccolo spettatore non udente. Ringraziamo ancora una volta la distribuzione per il supporto ricevuto e speriamo che episodi del genere possano ripetersi in futuro, per rendere il cinema sempre più capace di abbattere qualsiasi barriera”, scrivono dal Multiplex.

In Italia, al di là di numerosi eventi che selezionano film e li danno in proiezione con i sottotitoli mettendo spesso anche a disposizione un servizio di interpretariato con il linguaggio dei segni, è disponibile una App, la Movie Reading, che altro non è che un software che permette di scaricare i sottotitoli dei film e li sincronizza con l’audio.

Un mondo condiviso con chi soffre di grandi o piccole disabilità è possibile, basta solo volerlo!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook