@Abenah Serwaah Mankosa

L’insegnante che ogni giorno prepara gratuitamente il pranzo per i suoi studenti in Ghana

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Mentre gli studenti fanno i compiti in classe, Abenah Mankosa prepara gratuitamente il pranzo per i bambini. La storia di questa insegnante, che lavora in una scuola elementare nell’entroterra del Ghana, ha fatto il giro del mondo dopo essere stata condivisa su Instagram.

Abenah Mankosa è una volenterosa insegnante del Ghana che, nonostante le poche risorse, fa davvero del suo meglio per il bene degli studenti. E fa anche più di quello che il suo ruolo richiederebbe.

La storia di Abenah è stata condivisa da @BBCNewsPidgin su Instagram. Nelle foto si vede l’insegnante con delle scatole di cibo destinate ai bambini, pasti che lei stessa prepara utilizzando parte del suo stipendio e fondi raccolti da altre persone della sua comunità e tramite Facebook.

 

Un gesto estremamente generoso e importante, soprattutto se considerate che per molti di questi bambini, quello servito da Abenah potrebbe essere l’unico pasto della giornata.

 

Nonostante l’evidente buona volontà di questa donna, c’è anche chi l’ha criticata accusandola di aver cercato popolarità e soldi, “sfruttando” i suoi studenti ma anche di aver sottilmente lasciato intendere che il Governo locale non faccia abbastanza per garantire l’alimentazione ai bambini nelle scuole. Un pasto base, infatti, è già previsto per gli studenti ma l’insegnante aggiunge altri ingredienti ed extra per renderlo più ricco.

 Fonte: Bbc News Pidgin Instagram

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria
Deceuninck

Mare, montagna o città? Come scegliere le finestre più adatte al luogo in cui vivi

eBay

Come trasformare il tuo terrazzo o balcone in una piccola oasi con le fioriere giuste

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook