Infermiera dona il fegato al suo piccolo paziente di pochi mesi per salvargli la vita: ‘Meritava una possibilità’

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un’infermiera del reparto di pediatria del Medical Center di St. Luke a Meridian, in Idaho, Stati Uniti, ha deciso di donare il suo fegato a un piccolo paziente per salvargli la vita.

Sarah Harris, questo il suo nome, aveva incontrato per la prima volta il piccolo Cole Carter nell’autunno del 2018 quando aveva ancora due mesi e una diagnosi di atresia biliare, rara malattia del fegato che colpisce i bambini, secondo quanto riporta il sito del St. Luke.

Sarah ha dichiarato, ricordando quei primi mesi di vita del suo paziente:

“Cole era molto malato. Continuava a formarsi liquido nell’addome perché il fegato non riesce a drenarlo. Il suo ventre si stava riempiendo e dovette andare un paio di volte per liberarsene. Non stava mangiando bene. La sua pelle era davvero gialla “.

Il neonato venne sottoposto a vari trattamenti ma tutti fallirono, l’unica soluzione possibile per salvarlo era fare un trapianto di fegato. Mamma e papà non erano adatti per essere suoi donatori, allora Sarah chiese al medico se ci fosse un’alternativa e il dott. Tyler Burpee le spiegò che sarebbe bastato trovare una parte di fegato sano compatibile.

Cole, bambino salvato da un trapianto di fegato

Sarah non ci pensò due volte e decise di dargli una possibilità scrivendo il suo nome e il suo numero di telefono su una nota adesiva che consegnò alla madre di Cole, facendole sapere che era disposta a sottoporsi a un intervento di ben 14 ore per salvargli la vita:

“Merita di vivere. Merita una possibilità e senza una donazione non ne ha una “.

Salvato dall'infermiera

La madre del bambino rimase stupefatta da tanta generosità a tal punto da pensare che non poteva accettare. Ma Sarah era totalmente compatibile come donatrice, a differenza dei genitori, che alla fine optarono per il sì.

Sarah, dopo il trapianto eseguito su Cole, ha dichiarato:

“Probabilmente una delle cose migliori è stata quando ha aperto gli occhi in ospedale dopo l’intervento chirurgico e il bianco dei suoi occhi era bianco, non giallo. È incredibile come il fegato possa iniziare a funzionare quando funziona correttamente “.

Josh Carter, padre di Cole, ha definito Sarah “un angelo mandato dal cielo“. Ed è proprio grazie a lei che oggi Cole può giocare e divertirsi come tutti gli altri bambini.

Per dare una speranza ad altri pazienti con il suo stesso problema, i genitori di Cole hanno nel frattempo aperto una pagina su Facebook dedicata alle avventure del figlio, Cole’s Liver Adventures.

Una bella storia a lieto fine!

Ti potrebbe interessare anche:

Laura De Rosa

Photo Credit: Facebook

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook