In memoria di Daphne Sheldrick, la donna che ha salvato gli elefanti orfani per tutta la vita

Daphne elefanti

Un anno fa ci lasciava una donna difficile da dimenticare. Anche se a molti il nome di Daphne Sheldrick non dice molto, in realtà la sua vita ha lasciato il segno. Ha salvato infatti centinaia di elefanti, spesso rimasti orfani delle madri, massacrate dai bracconieri e dalla siccità.

Daphne o “Mama Elephant” com’è stata soprannominata è scomparsa il 12 aprile 2018 all’età di 83 anni, molti dei quali spesi a prendersi cura degli elefantini rimasti senza mamma. Ha aiutato a salvare la vita di oltre 230 cuccioli, sviluppando una formula di latte e allevandoli gli animali in salute.

La sua organizzazione benefica keniota è famosa nel mondo per la cura degli elefanti orfani. Daphne “viveva al fianco degli elefanti e imparava a leggere nei loro cuori”, si legge sul sito del suo ente di beneficenza.

Nata e cresciuta in Kenya, Daphne ha trascorso la prima metà della sua carriera lavorando al fianco del marito britannico David, che ha fondato il più grande parco nazionale del Kenya, Tsavo East. Dopo la sua morte, la donna ha fondato il David Sheldrick Wildlife Trust (DSWT), che si occupava del salvataggio e del reinserimento degli elefanti orfani in natura.

daphne elefanti5

Mama Elephant, la mamma degli elefanti

Per molti elefantini, Daphne è stata una vera e propria mamma. Nei primi due anni di vita, i cuccioli hanno bisogno di circa 42 litri a settimana di latte materno. Per gli elefanti orfani che perdono i genitori a causa del bracconaggio o della siccità, capire come soddisfare questa necessità quotidiana è la differenza tra la vita o la morte. Ed è quello che ha fatto Daphne Sheldrick, che per 28 anni ha lavorato e studiato per trovare una formula adatta a nutrire al meglio i pachidermi rimasti soli al mando.

daphne and eleanor

Sheldrick ha scoperto il giusto mix per imitare il latte di elefanti, a base di latte di cocco, e ha cambiato il destino delle popolazioni di elefanti in tutto il mondo.

Pochi orfani erano in grado di sopravvivere prima della sua speciale formula ma grazie a essa sono stati salvati da morte certa oltre 230 piccoli di elefante.

daphne elefanti2

La sua eredità

Oggi grazie alla sua organizzazione, 11 squadre anti-bracconaggio e 5 unità veterinarie pattugliano Tsavo e altre aree protette per fare in modo che gli elefanti salvati allevino i loro piccoli nati spontaneamente. Un intervento fondamentale visto che ognuno di essi contribuisce a ricostruire la popolazione di elefanti del Kenya. Il David Sheldrick Wildlife Trust visita anche le scuole del paese per educare e sensibilizzare i giovani.

daphne elefanti3

“Andiamo alle scuole per educare i bambini”, ha detto Edwin Lusichi, responsabile della protezione del Wildlife Trust. “Hanno bisogno di sapere perché gli animali sono importanti … per vedere e imparare di più sulla conservazione e la fauna selvatica, questi bambini realizzeranno o spezzeranno il futuro degli animali”.

Dame Daphne ha pubblicato diversi libri ed è stata protagonista di molti programmi televisivi e film, tra cui il documentario del 2011 Born to be Wild.

Una donna mite ma decisa, dagli abiti colorati e allegri come il suo cuore. Una mamma che si è presa cura di tanti animali che senza di lei avrebbero trovato la morte.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Foto

Germinal Bio

#Bionest la nuova campagna Germinal Bio che mostra il dietro le quinte del biologico

Triumph

Come riciclare i reggiseni e gli abiti usati

Decathlon

Hai una bici usata? Torna Trocathlon dove puoi acquistare e vendere l’attrezzatura sportiva

Schar

Il pane senza glutine: tipi di pane e cereali utilizzati

San Benedetto

Cosa vuol dire compensare la CO₂: la linea Ecogreen di San Benedetto

Caffè Vergnano

Il caffè è più buono se riduce scarti e rifiuti puntando sulle tre R

tuvali
seguici su Facebook