Coronavirus: bloccata in quarantena a Wuhan, discute la tesi via Skype all’Università di Padova

Non può rientrare in Italia a causa dell’epidemia da Coronavirus, ma non si arrende: la dottoranda cinese dell’Università di Padova, discute la sua tesi via Skype. Originaria di Wuhan, Wenfang Cao, era tornata a casa per trascorrere un periodo di vacanza, quando è scoppiata l’emergenza dell’epidemia di Coronavirus che ha già causato 1.350 decessi e quasi 15mila casi di contagio, con allerta alta anche in Europa e in Italia. Con voli bloccati e precauzioni del caso, la ragazza non ha potuto più fare ritorno in Italia.

Ma la dottoranda cinese anche se in quarantena, non si è persa d’animo: pur seguendo alla lettera le prescrizioni mediche, molto rigide, per evitare il contagio, è riuscita a completare il suo lavoro e a sostenere con successo la discussione via Skype.

“Un segnale di speranza e di forza d’animo. Nonostante la situazione oggettivamente difficile, Wenfang Cao ci dimostra come la conoscenza non abbia limiti, leva per superare ogni ostacolo”, – afferma in una nota stampa, il rettore dell’Università di Padova, Rosario Rizzuto.

Wenfang Cao, 28 anni, aveva cominciato nel 2016 il suo dottorato con borsa di studio del China Scholarship Council (CSC) presso il Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-Forestali dell’Università di Padova. Prima di allora, si era laureata alla Jianghan University e poi aveva frequentato un Master di un anno in Nuova Zelanda. Adesso, ha discusso la sua tesi di dottorato dal titolo ‘The quantification of the socio-economic impact on geomorphology’, analizzando così l’Antropocene, l’epoca geologica attuale, in cui l’ambiente terrestre, nell’insieme delle sue caratteristiche fisiche, chimiche e biologiche, viene fortemente condizionato su scala sia locale sia globale dagli effetti dell’azione umana.

Nello specifico, nella tesi lo scopo è stato dimostrare, su base statistica, come l’attività dell’uomo abbia causato, sin dagli inizi della rivoluzione neolitica, sempre più evidenti modifiche territoriali e strutturali al nostro pianeta, a tal punto che ora essa potrebbe essere paragonata all’azione di un agente geologico, un concetto abbastanza rivoluzionario nella comunità scientifica delle geoscienze. Un tema di grande importanza e impatto.

“È stata una dei miei studenti più brillanti, il suo carico di energia, positività, entusiasmo, e soprattutto curiosità lo porterò sempre con me. È stato un onore averla affiancata in questo cammino di tre anni. Mi ricordo ancora il nostro primo incontro nella giornata di benvenuto dei nuovi studenti di dottorato. Un cammino che ha avuto anche difficoltà e momenti di smarrimento, ma che alla fine si è concluso con il migliore dei risultati”, dice Paolo Tarolli, supervisore della tesi di dottorato di Cao.

Leggi anche:

 

 

Giornalista professionista, laureata con lode in Scienze Politiche e con un master in Comunicazione Pubblica e Politica. Vincitrice di due premi giornalistici per la realizzazione di due documentari. A settembre 2017 pubblica "Appunti di antimafia. Breve storia delle azioni della ‘ndrangheta e di quelli che l’hanno contrastata".
Roma Moto Days

Al Motodays 2020 va in scena la mobilità elettrica

Cosmoprof 2020

Scarica la guida sulla clean beauty, il futuro della cosmesi è green

Roma Motodays
Seguici su Instagram
seguici su Facebook