A sei anni crea la ‘scatola della solidarietà’ per aiutare senzatetto e famiglie bisognose durante l’emergenza coronavirus

Ha solo sei anni ma Lucas Ruiz è davvero un bambino con un grande cuore perché da sempre, il suo desiderio è quello di aiutare nel suo piccolo, le persone bisognose. Ed è per questo, che con il supporto di suo padre ha creato una scatola di raccolta di beni di prima necessità da donare poi, ai senzatetto e alle famiglie, che tra mille difficoltà affrontano l’emergenza coronavirus.

Abbiamo parlato più volte delle persone che vorrebbero rimanere a casa ma non possono, perché una casa non ce l’hanno. Un popolo di invisibili che diventa ancora più fragile e a rischio in questa pandemia che ha messo in ginocchio il mondo. In Brasile, a Bauru, San Paolo, il piccolo Luis ha creato una sorta di scatola della solidarietà, esattamente come le iniziative che ci sono anche in Italia, di spesa sospesa. Secondo lui Carlos Ruiz, il papà di Luis, l’idea è nata dal forte desiderio del bambino di aiutare le persone bisognose.
Nella scatola della solidarietà chi vuole può donare cibo, ma anche prodotti per l’igiene personale. Ogni giorno, viene posizionata poco distante dall’edificio in cui abita la famiglia Ruiz.

“Nel pomeriggio, i residenti portano prodotti alimentari e di igiene. Alcuni addirittura lasciano qualcosa di fronte al nostro appartamento. Al mattino, noi portiamo la scatola in una piazza qui vicino, così che famiglie bisognose o senzatetto possano prendere ciò che gli serve”, spiega Carlos Ruiz a G1.

scatola solidarieta

©Carlos Ruiz/G1

Sulla scatola c’è un disegno fatto dal piccolo Luis e la scritta “Caixa Solidária”, scatola della solidarietà. Ancora si legge: “Fondo di solidarietà, prendi ciò di cui hai bisogno. Accettiamo donazioni”. “L’ho visto fare in televisione e ho deciso di aiutare anche io chi ne ha più bisogno”, afferma Lucas .Il bambino ha iniziato a progettare la scatola di recente, come tutti gli altri, a causa della pandemia, non va a scuola. “Ha fatto tutto lui: ha trovato la scatola, poi l’abbiamo pulita insieme e abbiamo incollato l’avviso”, spiega ancora Carlos Ruiz.Sono tante le persone che stanno collaborando, chi può lascia, infatti, un piccolo aiuto.

scatola solidarieta

©Carlos Ruiz/G1

“Lasciano anche pannolini per le famiglie. Le persone sono molto felici di rendersi utili. Come padre, sono molto orgoglioso di mio figlio. Questo è il suo modo di aiutare”, aggiunge il padre.

scatola solidarietà

©Carlos Ruiz/G1

La scatola viene portata una sola volta al giorno e da un solo componente della famiglia per rispettare le restrizioni e il lockdown. “Stiamo vedendo che l’iniziativa sta andando davvero bene. Le persone che vivono per strada passano e prendono ciò che gli serve”, dice Fabiane Gonçalves Macedo Ruiz, la madre di Lucas. Complimenti a questo piccolo supereroe che non chiede per sé, ma per aiutare chi è in difficoltà.

Fonte: G1/Jcnet

Leggi anche:

Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
TuVali.it

150+ corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ (in collaborazione con GreenMe)

Deceuninck

Finestre e serramenti in ThermoFibra: cos’è e quali sono i vantaggi della loro installazione

Mediterranea

Come prendersi cura delle mani dopo lavaggi frequenti

Izanz

Piretro: l’insetticida naturale contro le zanzare

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook