Il tornado distrugge la casa del medico in prima linea contro il Covid-19, migliaia di persone si mobilitano per aiutarlo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una storia di umanità e solidarietà che arriva dritta al cuore e unisce ancora di più nella grave emergenza globale che stiamo attraversando. La fotografa Alyssa Burks ha condiviso una foto in cui il marito medico e il proprio figlio si toccavano le mani attraverso un vetro. Un’immagine simbolo delle conseguenze del coronavirus.

Jared, infatti, è impegnato in prima linea sul fronte Covid-19 e per questo da settimane vive lontano da sua moglie e il loro bambino. La dolcezza di questo scatto nasconde gli enormi sacrifici che gli operatori sanitari stanno facendo per salvare vite umane e preservare le loro famiglie. Questa immagine è diventata virale, con oltre 95mila condivisioni e il dottor Burks ha ricevuto elogi da tutto il mondo.

“Guarda chi abbiamo potuto vedere oggi. Non fingerò di non aver pianto come un bambino quando è dovuto andar via per tornare a lavoro. Ci manca, ma stiamo facendo quello che dobbiamo fare”, scrive la fotografa incoraggiando tutti a rimanere a casa.

Ma tre giorni dopo la pubblicazione, un tornado ha distrutto la casa nell’Arkansas di questa coppia già duramente provata dall’emergenza coronavirus. Ma è proprio qui che è entrata in gioco la generosità di tante persone.

Evan Clower, amica di Alyssa Burks ha lanciato una raccolta fondi per la famiglia Burks, scrivendo:

“Dopo il Coronavirus e la necessità di separarsi per settimane, un tornado ha colpito la casa della famiglia Burks distruggendola. Avranno bisogno di aiuto per trovare un altro posto in cui vivere, per ricostruire tutto e per raccogliere le loro cose. Alyssa e io siamo amiche, mi considero una di famiglia e lei può garantirlo.So praticamente tutto di lei!”, si legge nella campagna.

La donna aveva fissato come obiettivo 2500 dollari, ad oggi ne sono stati raccolti 121mila, tutto denaro proveniente da estranei che hanno empatizzato con questa famiglia.

“Non conosco questa famiglia ma la storia mi ha toccato molto personalmente”, ha scritto un donatore. “Nel 1967, la mia casa di famiglia è stata distrutta da un tornado. Sto donando con quel ricordo in mente, nella speranza che possano ricostruire presto la loro vita e anche in ringraziamento per tutto ciò che la loro famiglia sta facendo, sacrificando tutto per noi”.

“L’immagine e la storia mi hanno toccato il cuore”, ha scritto un altro. “Non solo Jared mette a rischio la propria vita ogni giorno curando i pazienti in ospedale, ma perdere la casa per il tornado è semplicemente inaccettabile”.

Le donazioni sono arrivate da tutto il mondo, con quasi 3000 persone. Una solidarietà che scalda il cuore in un momento difficile per tutti.

CHI VOLESSE CONTRIBUIRE CLICCA QUI

Leggi anche:

 

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook