I coniugi che hanno donato 2 mln all’ospedale di Modena per costruire un nuovo reparto (VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una coppia di coniugi ha donato 2 milioni e mezzo di euro al Policlinico di Modena per costruire un nuovo reparto, dove si potranno curare i pazienti che si sottoporranno agli interventi chirurgici. Il loro gesto di solidarietà sta commuovendo l’Italia.

La coppia non ha avuto figli e non ha eredi a cui destinare il proprio patrimonio. Ecco dunque l’idea di devolvere i risparmi in beneficenza a favore dell’ospedale. Grazie a questa donazione il signor Otello Burani e sua moglie Maria Giovetti vogliono contribuire alla rinascita del territorio modenese che negli anni scorsi è stato duramente colpito dal terremoto.

Grazie alla costruzione del nuovo reparto, il dipartimento di chirurgia generale e specialità chirurgiche funzionerà meglio e potrà ospitare i pazienti che avranno subito interventi ad alta intensità chirurgica e interventi di chirurgia epato-bilio-pancreatica.

Si tratta di un gesto di riconoscenza verso la loro terra e di un lascito per la loro città, come spiega lo stesso Policlinico. I coniugi hanno sottolineato che non avendo avuto la fortuna di avere figli hanno pensato a lungo come impiegare al meglio i frutti del proprio lavoro, in modo che altri potessero trarne beneficio.

“È un Policlinico che cambia e si migliora, quello che abbiamo di fronte. Un processo graduale e costante, che procede a ritmo spedito. Un puzzle complesso nel quale collochiamo un tassello dopo l’altro, proprio come quello che stiamo posizionando oggi. È con grande piacere che salutiamo l’inaugurazione del nuovo reparto di Degenza ad Alta Intensità Chirurgica e Centro Trapianti di Fegato ha commentato con gratitudine il direttore generale del Policlinico di Modena Ivan Trenti.

Per il signor Otello la decisione è nata di recente, dopo aver avuto bisogno di recarsi in ospedale. Vista la situazione del Policlinico di Modena, ha pensato di poter fare qualcosa di importante per migliorarla, a favore dei pazienti e di tutti i cittadini.

Il nuovo reparto ora è quasi terminato. Comprenderà 18 posti letto di degenza ordinaria, 13 camere da 2 posti letto ciascuna, di cui 2 attrezzate con posti letto peri disabili, 2 camere singole e 2 ambulatori medici.

Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia Romagna, ha ringraziato i coniugi per la generosità, dato che la loro donazione ha permesso l’investimento per costruire il nuovo reparto dell’ospedale, e li ha lodati come esempio di sensibilità e di coscienza civile per tutta l’Emilia Romagna.

f

Marta Albè

Fonte foto: Policlinico di Modena

Leggi anche:

EROI DELL’ANNO: IL MEDICO CHE PRESTA CURE GRATUITE IN STRADA AI SENZATETTO DI PITTSBURGH (VIDEO)

IL MEDICO CHE FA IL GIRO DEL MONDO IN BICI CURANDO I PIÙ POVERI

AAA CERCASI DONATORI DI COCCOLE PER BAMBINI IN ATTESA DI ADOZIONE

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook