©VectorMine/Shutterstock

Le buone notizie del 2020 per iniziare l’anno nuovo con ottimismo, nonostante tutto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il 2020 è stato per tutti un anno terribile ma non sono mancate, nel caos generale causato dalla pandemia, le buone notizie. In un momento che continua a essere tanto difficile, è importante ricordarcene per non demordere e per ritrovare (almeno un po’) l’ottimismo.

Perché sebbene nel mondo ci siano ancora ingiustizie, guerre, fame, violenza, tutte cose che non possiamo e non dobbiamo dimenticare, nel corso dell’anno che sta per finire sono successe anche tante cose buone, sia sul fronte ambientale che per quanto riguarda i diritti. Ecco talcune delle notizie da ricordare per ispirarci e non perdere la speranza.

  1. Grazie alle numerose piogge e all’insolita assenza di turisti dovuta alle misure anti-Covid, quest’anno in Kenya la vegetazione si è sviluppata più del solito e sono venuti alla luce 140 elefantini. Può sembrare poco ma in realtà è un vero e proprio record;
  2. Anche se il lockdown non è stato sufficiente per migliorare la crisi climatica, una buona notizia c’è. Le emissioni globali giornaliere di carbonio, in aprile, erano diminuite del 17% a livelli che non si registravano dal 2016. Un trend destinato purtroppo a cambiare, a meno che la crisi non apra finalmente gli occhi ai Governi del mondo;
  3. L’industria del carbone, sempre a causa della pandemia, ha subito un durissimo colpo. E la crisi ha aumentato il ricorso alle rinnovabili sia perché più economiche che più sicure per gli investitori;
  4. L’elefante Kaavan, ribattezzato come l’elefante più solo del mondo, è stato trasferito, dopo una vita allo zoo, in un rifugio di protezione in Cambogia;
  5. L’orsa Gaia, che aveva aggredito due uomini, è riuscita a salvarsi dalla cattura e a restare libera. Il Consiglio di Stato ha infatti accolto il ricorso del ministro dell’Ambiente Sergio Costa;
  6. La Corte di Giustizia degli Usa ha respinto la proposta di trivellazione dell’Artico di Trump, a favore degli orsi e del clima;
  7. Gli indios Waorani dell’Ecuador, in grave difficoltà a causa del coronavirus, sono riusciti a convincere il Governo del paese a proteggere le proprie comunità, che stanno rischiando l’estinzione fisica e culturale. Una sentenza del tribunale ha infatti imposto al Ministero della Salute di coordinarsi con la leadership Waorani per condurre test Covid-19 in undici comunità, garantendo forniture mediche adeguate;
  8. La Commissione europea ha messo al bando il mancozeb, principio attivo presente in molti pesticidi e causa di interferenze endocrine. I vari Stati dovranno revocare tutte le autorizzazioni entro giugno 2021;
  9. Il Consiglio di Stato ha sospeso il crudele esperimento sui macachi dell’Università di Torino, in corso presso l’Università di Parma, salvandoli da un triste destino;
  10. La tribù Sioux ha ottenuto una vittoria storica quest’anno. Un giudice ha stabilito l’interruzione dell’oledotto Dakota Access Pipeline (DAPL), voluto da Trump, affinché il governo proceda con un’analisi di impatto ambientale approfondita in grado di valutare i rischi per la tribù Sioux che vive nell’area;
  11. Dopo 3.000 anni, in Australia sono tornati finalmente in natura alcuni Diavoli della Tasmania, liberati nelle foreste dopo un lungo e delicato programma conservazionista;
  12. Proprio in questo strano 2020, l’Argentina ha legalizzato finalmente l’aborto approvando un progetto di legge che consente l’accesso gratuito all’interruzione di gravidanza fino alla 14a settimana di gestazione;
  13. In Sierra Leone quest’anno il governo ha abolito un decreto che vietava alle ragazze incinte di frequentare le lezioni scolastiche e gli esami;
  14. Nel sud-est asiatico le unioni omosessuali non sono ben viste, ma la Thailandia è sulla buona strada. Potrebbe infatti diventare il primo paese del sud-est asiatico a legalizzare le unioni omosessuali. L’ok del Governo è arrivato proprio in questo 2020 e a breve potrebbe diventare legge;
  15. Finalmente quest’anno sono stati incastrati i killer del fiume Sarno, il cosiddetto “fiume dei veleni”. I controlli hanno rilevato 41 scarichi abusivi e portato al sequestro di ben 36 aziende;
  16. In Colorado finalmente è stata abolita la pena di morte dopo che il governatore, Jared Polis, ha firmato il decreto approvato dalla Camera;
  17. Sempre quest’anno è stato liberato l’avvocato cinese per i diritti umani, Wang Quanzhang, arrestato ingiustamente nel 2015 per sovversione dei poteri dello stato;
  18. In Danimarca è stata approvata la legge che stabilisce che il sesso senza consenso è stupro, un’importante conquista per tutte le donne;
  19. Israele, proprio in questo 2020, ha vietato l’acquisto e la vendita di pellicce di animali, diventando il primo Paese del Medio Oriente a dire stop alle pellicce;
  20. Nonostante le difficoltà dovute alla pandemia, molte persone non hanno smesso di essere solidali verso i più bisognosi e verso la natura. Noi di Greenme vi abbiamo raccontato numerose storie esemplari, come quella dell’imprenditore che ha pagato le bollette arretrate di 114 famiglie in difficoltà a causa del Covid. O la storia dei bambini indonesiani che hanno ripulito l’intera costa di Pandang dalla plastica. E quella della famiglia Smith che ha raccolto più di 5.000 regali di Natale da donare ai bisognosi.

Ti potrebbe interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook