Mai più bottiglie di plastica. Almeno a Concord, piccolo centro del Massachusetts diventato una delle prime comunità negli Stati Uniti ad aver vietato la vendita degli inquinanti contenitori in pet. È questo lo straordinario risultato di una campagna durata tre anni da parte degli attivisti locali, impegnati nella riduzione dei rifiuti e dell'uso dei combustibili fossili.

A guidare la battaglia è stata l'ottantenne Jean Hill, che già nel 2010 aveva detto: "le società che imbottigliano l'acqua stanno esaurendo le nostre falde acquifere per poi rivendere l'acqua di nuovo a noi". Lo slogan della sua campagna contro le bottiglie spiegava che "ci vogliono 17 milioni di barili di petrolio ogni anno per fare tutte le bottiglie di plastica utilizzate solo negli Stati Uniti. È una quantità di petrolio sufficiente per alimentare 1.300.000 auto all'anno". E che "nel 2007, gli americani hanno consumato oltre 50 miliardi di bottiglie monodose di acqua, con un tasso di riciclaggio di appena il 23%, mentre oltre 38 miliardi di bottiglie finiscono nelle discariche.

jean hill

I numeri, insomma, erano chiari e portavano a un'unica soluzione: il bando totale. La Hill è riuscita a convincere così il Comune, che, come si legge una nota, ha deciso di emanare un'ordinanza che considera "illecito vendere acqua potabile in bottiglie monodose di polietilene tereftalato (PET) da un litro nella città di Concord a partire dal 1 ° gennaio 2013". Anche se esiste una deroga per situazioni di "emergenza che danneggino la disponibilità e / o la qualità dell'acqua potabile per i residenti di Concord".

Il bando prevede una prima multa di 25 dollari, che può arrivare fino a 50 per chi viene sorpreso almeno tre volte a infrangere la legge. Ma non tutti, chiaramente, sono contenti del divieto e alcune aziende strebbero già lavorando per vendere bottiglie più grandi, dal momento che la norma si concentra solo su quelle da 1 litro. Inoltre, "le altre città sono abbastanza vicine che le persone possono camminare due minuti e trovare le bottiglie a Acton o Bedford. Il bando non aiuterà molto, non credo", ha lamentato una residente, Jenny Fioretti, alla televisione locale Whdh.

Ma l'instancabile Hill sapeva che la sua era una sfida difficile "quello che sto cercando di fare ostacolare l'acquisto di bottiglie d'acqua monodose, perché, al fine di aiutare le persone a cambare, è necessario mettere in atto politiche che le costringano a non comprare acqua in bottiglia e considerare le molte altre alternative. Spero che altre città prenderanno in considerazione di imitarci". Una speranza a cui è difficile non unirsi.

Roberta Ragni

Leggi anche:

- Geen's Voice System: le bottiglie di plastica si trasformano in amplificatori per altoparlanti "green"

- Riutilizzare le bottiglie di plastica dell'acqua è sicuro?

- 10 divertenti idee dal mondo per riciclare le bottiglie di plastica

- 10 pratiche idee per riciclare le bottiglie di plastica

maschera lavera 320

Salugea

Colesterolo alto: ridurlo in soli 3 mesi naturalmente

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
banner colloqui dobbiaco
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram