giulia-sauro

Nei suoi occhi c’è tutta l’emozione di un traguardo raggiunto perché è riuscita a laurearsi con 110e lode. La sindrome Down non le ha impedito di portare a termine il suo percorso universitario e di ottenere appunto il massimo dei voti. Giulia Sauro è ufficialmente dottoressa in Scienze politiche.


La sua bacheca di Facebook è letteralmente invasa da messaggi affettuosi e da complimenti perché Giulia è riuscita a superare le difficoltà e ha lottato con tutte le sue forze per ottenere la laurea in Scienze politiche, all’Istituto universitario "L'Orientale".

La sua battaglia non è passata inosservata, nei giorni scorsi Giulia ha incontrato il sindaco di Napoli Luigi De Magistris che ha scritto su Facebook:

"Giulia Sauro è una ragazza napoletana affetta da sindrome di down. Oggi l'ho voluta incontrare a Palazzo San Giacomo per farle i complimenti per la laurea in Scienze politiche che ha conseguito all'Orientale con il massimo dei voti e la lode. È il terzo caso in Italia: un risultato straordinario che premia i suoi anni di studio ed anche l'abnegazione e l'amore della sua Prof. Gabriella Rosetti. Tanti sacrifici ripagati.Bravissima Giulia!"

Mentre il governatore della Campania Vincenzo De Luca, ha scritto su Facebook:

"Giulia è una ragazza straordinaria, ed è stato bellissimo incontrarla insieme ai suoi genitori. Giulia è un esempio di intelligenza, forza di volontà e coraggio. Complimenti a lei".

 

Una tesi impegnativa, quella della neolaureata, sulla Rivoluzione francese redatta con il sostegno dello storico Luigi Mascilli Migliorini e grazie al supporto dello sportello di Orientamento per i disabili interno all’università che le ha permesso di avere un piano di studio personalizzato.

Giulia si era diplomata all'Istituto "Pagano", ma il suo sogno era sempre stato quello di laurearsi. Sogno realizzato anche grazie al sostegno della sua famiglia, oggi orgogliosa di questo risultato. 

“Oggi Giulia è diventata dottoressa... con 110 e lode! Cosa questo significhi, per lei, per me e per tutti, ha una profonda importanza. Ma sono sopratutto felice, felice per una cosa bella, grande e normale”, scrive Luigi, il fratello di Giulia su Facebook.

E i complimenti non potevano non arrivare dall’ AIPD sezione di ROMA ONLUS che per voce di Enrica Ika ha lanciato un bellissimo messaggio:

“Ci sono giorni, durante dei periodi tremendi, in cui penso che l' essere umano in generale il più delle volte pensa di non potercela fare; pensa che quell'obiettivo è irraggiungibile per le proprie capacità, dunque nemmeno ci prova. È vero, non tutte le persone sono uguali e non tutte le persone posso fare sempre tutto!

Riconoscere i propri limiti, saperli accettare, tentare di fare quel che si ritiene fattibile o magari trovare strategie per rendere la cosa più facile di quello che è...NON SONO CAPACITÀ INNATE..ma si tratta di un processo lungo e complicato!A volte però crediamo poco in noi stessi e tutto diventa più complicato! Oggi invece con grande orgoglio ed entusiasmo siamo venuti a Napoli per festeggiarti DOTTORESSA GIULIA, perché tu sei l' esempio vivente di chi va oltre gli stereotipi, di chi crede nelle proprie capacità e non si arrende.

E come Giulia, vi avevamo raccontato la storia di Gianluca Spaziani, dottore in Lettere e di tanti altri ragazzi che dimostrano che la diversità non è un limite per condurre una vita normale, le loro testimonianze le trovate qui:

Dominella Trunfio

Foto

maschera lavera 320

Salugea

Colesterolo alto: ridurlo in soli 3 mesi naturalmente

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
banner colloqui dobbiaco
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram