pay it forward 000

Un gesto di generosità compiuto quasi per caso e una città fredda, anonima e affollata che diventa, all’improvviso, un posto caldo, accogliente e solidale. Siamo a New York, dove una giovane donna sta tornando dal lavoro, come ogni sera. In metropolitana, però, le capita qualcosa di inusuale: vede una senzatetto scalza e infreddolita, che cerca di scaldarsi come può, e, istintivamente, le cede i suoi stivali, ritrovandosi in calzini.

La senzatetto la ringrazia, la abbraccia e indossa le scarpe piangendo. La ragazza è felice del gesto appena compiuto e si allontana in calzini, accorgendosi solo in un secondo tempo di quanto sia difficile camminare così, con i piedi avvolti solo da un sottile strato di cotone, in una fredda sera di metà novembre.

Un uomo che ha assistito alla scena, però, viene prontamente in suo aiuto, estraendo un paio di calzini bianchi da ginnastica dal suo borsone da palestra e regalandoglieli.

pay it forward 00

pay it forward 01

pay it forward 02

La generosità, insomma, chiama generosità, innescando un meccanismo solidale e virtuoso. La protagonista di questa singolare storia metropolitana si chiama Kay Brown e lavora come social media manager per un'azienda newyorchese. Quella sera è tornata a casa in calzini e ha raccontato la sua storia su Facebook, chiedendo ai suoi contatti di “passare il favore”, e cioè di fare a loro volta qualcosa per gli altri.

“Una donna senza fissa dimora, disabile, è salita in metropolitana a piedi nudi. Niente calze, scarpe o altro.” – ha scritto in un post che è diventato ben presto virale – “Le ho chiesto quale fosse il suo numero di scarpe ed è venuto fuori che è lo stesso che ho io. Mi sono tolta le scarpe ed erano perfette per lei. La sua reazione non avrebbe potuto essere più dolce. Sono rimasta in metropolitana per 15 minuti, così, indossando i miei calzini spaiati. Poi, mentre uscivo, un signore mi ha offerto un paio di calzini extra che aveva con sé, da indossare sopra ai miei, troppo sottili. Vedete, posso comprare un altro paio di scarpe domani. E probabilmente quel signore ha un sacco di calzini a casa. È metà novembre e quella donna non ha un posto dove andare: il minimo che potessi fare era darle un paio di scarpe. Così, ho camminato verso casa per sei isolati indossando solo calzini e attirando sguardi strani e commenti... ma lei ora ha un paio di scarpe da poter indossare ogni giorno, per soffrire un po' meno. A tutti voi dico: passate il favore! E vorrei ringraziare il ragazzo che mi ha dato i calzini  extra: sono stati davvero utili!”

Nei giorni seguenti, un negozio di articoli sportivi ha offerto a Brown un buono, come “ricompensa” per la sua generosità: la giovane donna ne ha approfittato per prendere scarpe, giacche, pile e altri vestiti caldi e li ha donati ad una struttura che ospita donne senzatetto. Affinchè, almeno per loro, l'inverno newyorchese possa essere un po' meno freddo.

Lisa Vagnozzi
Photo Credits: Kay Brown

LEGGI anche

Cosa ci fa un cappotto legato a un lampione? L'iniziativa di una mamma canadese per aiutare i senzatetto in inverno (FOTO)

Mollata poco prima delle nozze: la sposa invita al banchetto i senzatetto della sua città (VIDEO)

Eroi dell'anno: il medico che presta cure gratuite in strada ai senzatetto di Pittsburgh (VIDEO)

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 video-corsi su Alimentazione sana, Salute e Benessere naturale, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e podcast inclusi

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog