silvia2

Secondo voi è possibile vivere con soli 15 euro a settimana? Riuscite a immaginare di poterlo fare? Eppure è questa la cifra massima che spendono Silvia e il suo compagno Roberto. Come ci riescono? Semplice, con il baratto e l'autoproduzione. E non solo...


Silvia Savoldi, nata nel 1979 a Brescia, vive dal 2010 ad Asola, ridente cittadina nella provincia di Mantova, in Lombardia. È una pittrice e scrittrice non udente, appassionata di autoproduzione e discipline bio-naturali.

Scrivere romanzi e poesie per lei è stato da sempre un modo per superare i disagi dovuti alla sordità. Così sono nati "Il silenzio che parla al cuore" (una raccolta di poesie) e il romanzo "Occhi sul domani" entrambi editi dalla casa editrice Gilgamesh Edizioni.

silvia

Convive con il suo compagno, Roberto, che lavora a chiamata e la aiuta nel tempo libero a realizzare l'indispensabile per vivere. Ma come si è avvicinata all'autoproduzione? Cosa riesce a fare in casa? E quanto risparmia in questo modo? L'abbiamo raggiunta per avere la sua ricetta del risparmio (e della felicità).

"Mi sono avvicinata all'autoproduzione quando mi sono ritrovata casalinga e ho pensato a un modo creativo per tirare avanti. In casa riesco a fare di tutto: detersivi per lavastoviglie, per il bucato, detergenti multiuso, anticalcare, saponette fantasiose a base di erbe e oli essenziali; faccio il sapone da barba e unguenti; inoltre faccio marmellate e confetture - il tutto con frutta che proviene dal mio orto oppure che mi viene donata come mezzo di scambio -, essicco le erbe del mio orto botanico per farci insaporitori e tisane genuine; coltivo gli ortaggi, recupero oggetti destinati alla discarica e li riadatto per ciò che mi serve, faccio bevande vegetali a base di soia, lupino, lenticchie, ceci. E il loro "scarto" diventa tofu o bistecca vegetariana", racconta la scrittrice a greenMe.it.

silvia4

silvia3

silvia5

È in questo modo che si risparmia veramente tanto (oltre ad avere la possibilità di gestire il tempo come meglio si desidera, senza stress).

"Ad esempio, con circa 30 centesimi riesco a ottenere 3 litri di bevanda di soia e il tofu che posso trasformare in gustose e svariate salse. Con circa massimo 15 euro alla settimana mi compro quello che non riesco ad avere in cambio o ad autoprodurre. Non ho la tv, non ho gas e grazie alle energie rinnovabili che stanno sopra il mio tetto riesco ad avere il rimborso delle bollette. Per l'acqua abbiamo il pozzo, a causa del mio handicap ho alcune esenzioni, niente cinema, niente passatempi dispendiosi con gli amici, i vestiti mi vengono donati proprio perché non vengono più utilizzati e la maggior parte sono anche nuovi!", continua Silvia, dicendosi assolutamente contenta e soddisfatta dei risultati a cui è giunta grazie alla scelta di vivere una vita green e consapevole.

Che aspettate? Provare per credere, fate largo all'autoproduzione e al baratto nelle vostre vite!

Roberta Ragni

Leggi anche:

Questo lo faccio io!: ecco il nostro nuovo libro dedicato all'autoproduzione

La mia casa ecopulita: ecco il nostro libro dedicato alle pulizie ecologiche e ai detersivi fai-da-te

monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram