Scoperta una nuova specie di vongola traslucida che si riteneva fosse estinta da millenni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ritenuta estinta da migliaia di anni e conosciuta solo grazie ai fossili, questa vongola è "riapparsa" in California, sorprendendo i ricercatori

Fino ad ora, la vongola chiamata dagli esperti Cymatioa cooki era nota solo per come specie estinta: alcuni esemplari di questo piccolo bivalve traslucido sono stati infatti trovati dagli archeologi come reperti fossili risalenti a 28.000 anni fa.

Immaginate quindi la sorpresa quando, in una regione costiera rocciosa a sud della California, un ricercatore si è imbattuto in alcuni esemplari della specie, vivi e vegeti. Scoprire una nuova specie è sempre entusiasmante per la comunità scientifica, ma lo è ancor di più “riscoprire” una specie che si considerava già estinta da millenni.

Non è poi così comune trovare viva una specie conosciuta per la prima volta dai reperti fossili, specialmente in una regione ben studiata come la California meridionale – spiega Jeff Goddard, biologo dell’UC Santa Barbara.

La scoperta è avvenuta, come spesso accade, per puro caso. era il novembre del 2018 quando Goddard ha notato una coppia di piccoli bivalvi traslucidi mentre stava compiendo delle osservazioni sul campo. Le due vongole erano davvero piccolissime – appena una decina di millimetri – ma quando si sono schiuse hanno mostrato un corpo molle a strisce bianche traslucide molto molto più lungo del guscio.

È stato davanti a questo spettacolo che il biologo si è reso conto di non aver mai visto quella specie prima di allora. Per questo motivo si è avvicinato e ha scattato delle fotografie ai due piccoli animali – senza tuttavia portarseli in laboratorio, ma lasciandoli nel loro ambiente naturale.

Con l’aiuto di alcuni colleghi malacologi (zoologi esperti di molluschi) ai quali ha mostrato le foto scattate, Goddard è riuscito a risalire almeno alla famiglia della specie alla quale appartenevano gli animaletti: Galeommatidae, tipica delle coste americane.

Tuttavia era necessaria un’osservazione dal vivo e non solo in foto per comprendere a quale specie appartenessero i due molluschi così particolari. Da quel momento, Goddard ha dato avvio a una serie di veri e propri appostamenti per incontrare di nuovo questi animali rarissimi quanto sfuggenti – fino a quando non ha trovato una conchiglia, vuota, che ha portato in laboratorio per le analisi.

Il confronto con i resti fossili della specie estinta ha dato ai ricercatori la conferma che aspettavano: gli esemplari fotografati da Goddard appartengono alla stessa specie di cui finora si conoscevano solo i fossili e che si era data per estinta migliaia di anni fa.

È vero che il luogo del ritrovamento di queste vongole è impervio e poco battuto dai turisti come dai ricercatori, tuttavia resta aperto l’interrogativo su come sia stato possibile che questa specie sia sfuggita al rilevamento per così tanto tempo.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Università della California Santa Barbara / ZooKeys

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono una giornalista e una blogger. Collaboro con le testate GreenMe, Ambiente Magazine e The Wise Magazine e mi occupo di natura, sostenibilità, stili di vita sani e rispettosi dell’ambiente. Sul mio blog “La strega che scrive” parlo di giornalismo, editoria e letteratura

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook