Questo uccellino è stato ritrovato morto e ricoperto di ghiaccio dopo una notte gelida

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dopo una notte gelida, un contadino del Paranà ha trovato un uccellino morto e totalmente ricoperto di ghiaccio nella sua campagna

Mentre in gran parte del mondo si registrano temperatura da record sopra i 40° (persino in Siberia), nello Stato brasiliano del Paraná lo scorso martedì i termometri hanno segnato -4º. E nella città di Cascavel un contadino che vive nel quartiere di Espigão Azul è rimasto sbigottito quando si è accorto di un uccello oramai morto e coperto da uno strato di ghiaccio sul ramo di un albero. Il ritrovamento dell’uccellino è avvenuto all’alba e l’uomo ha subito voluto indagare sulle cause della morte. Qualche ora dopo le immagini del povero uccello ricoperto dal ghiaccio sono state pubblicate su varie testate brasiliane e sono state condivise sui social da numerosi utenti.

Si tratta, infatti, di un evento piuttosto insolito, dato che generalmente i volatili cercano dei luoghi per ripararsi dal freddo e da altre condizioni meteorologiche.

Non è certo, quindi, che il povero uccello sia morto a causa delle temperature rigide. Secondo Ilair Detoni, veterinario di Cascavel, l’animale era già morto, probabilmente dopo essersi indebolito, e il suo corpo si sarebbe poi congelato durante la notte. Come spiega il dottor Detoni, gli uccelli hanno una temperatura corporea li protegge dal gelo. 

Gli animali hanno una temperatura corporea di quasi 40°C e non muoiono congelati” – spiega – La loro struttura a piume li tiene anche ben riparati dal freddo.

Fonte: CGN

Leggi anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook