Toby il tacchino, il toccante spot natalizio che ti ruberà il cuore (e ti farà pensare di non mangiare carne)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In occasione dei sontuosi banchetti delle feste arriva un nuovo cortometraggio con protagonista un piccolo tacchino di nome Toby, salvato dal mattatoio dalla mamma. Lei, come tanti loro simili, prosegue viaggio verso il macello

Manca sempre meno al Natale e in occasione delle tavole imbandite delle festività arriva un dolcissimo cortometraggio con protagonista un cucciolo di tacchino di nome Toby. Realizzato dalla PETA UK e diffuso proprio di recente, lo spot racconta la storia del dolce Toby.

Con la sua mamma e tanti altri tacchini in gabbia, Toby si avvia verso il suo ultimo viaggio: il mattatoio. Ma la mamma, con la premura e la forza di una madre, conforta il suo piccolo Toby. E non appena il furgono si ferma per pochi istanti, non perde un attimo per spingere Toby sulla strada, donandogli la libertà e salutandolo con lo sguardo per l’ultima volta.

Toby viene accolto da una famiglia gentile e cresce felice, giocando con i suoi fratellini umani e guardando il cielo e le stelle cadenti. Un giorno, però, la pubblicità dell’allevamento di tacchini in cui è nato e cresciuto gli riapre una ferita profondissima, ricordandogli la mamma.

Prova a scappare, temendo di poter essere ucciso per finire nel menù natalizio. La sua famiglia adottiva, però, non mangia carne e trascorre con lui i giorni di festa senza crudeltà nel piatto, augurandosi un felice Natale per tutti gli esseri viventi.

Lo straordinario spot, realizzato in collaborazione con l’agenzia Dream Farm, intende sensibilizzare le persone su una alimentazione più etica e consapevole a Natale, come tutto l’anno.

Solamente nel Regno Unito tra i 9 e gli 11 milioni di tacchini vengono macellati ogni anno per le cene natalizie. Gli animali vengono uccisi nei modi più orribili, mentre sono ancora senzienti. Tra questi vi era la mamma di Toby e vi sarebbe stato anche lui.

“Nessuna madre dovrebbe essere strappata a suo figlio e massacrata, soprattutto in nome del Natale” ricorda la PETA, e nemmeno nessun altro essere vivente aggiungeremo noi. Pensaci quando decidi il tuo menù.

Fonte: PETA

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook