Tartaruga salvata dal traffico, ma cosa fare e chi contattare se ne vedi una in difficoltà?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Hai trovato una tartaruga in pericolo in mezzo alla strada o comunque lontana dal suo habitat naturale? Ecco cosa fare e cosa evitare per metterla in salvo

Ha rischiato di essere schiacciata dalle auto o camion, ma per fortuna c’è chi si è accorto della sua presenza in mezzo al traffico ed è intervenuto per salvarla. Protagonista di questo salvataggio avvenuto qualche giorno fa un’adorabile tartaruga, che si era avventurata sulla Statale SS14, in provincia di Udine.

L’esemplare tratto in salvo appartiene alla specie Emys orbicularis, tartaruga palustre protetta a livello europeo.

La tartaruga si trovava proprio in mezzo alla carreggiata, fra i camion. Dalle nostre parti è un fatto abbastanza frequente perché qui si trova la Laguna di Marano. Queste tartarughe autoctone purtroppo si allontano dai canali e finiscono sulle strade e autostrade – ci spiega Misha Cossetto, che gestisce il Sentiero di Ares, centro di recupero che si occupa di animali domestici come cani, gatti, cavalli e capre. – Abbiamo contattato un altro centro di recupero di Terranova, che si occupa di fauna selvatica ed esotica. Ci hanno fatto controllare se la tartaruga fosse in salute e ci hanno spiegato cosa dargli da mangiare, consigliandoci di prendere del mangime. Una volta che ci siamo accertati che l’animale fosse in salute, l’abbiamo liberato in sicurezza.

Come comportarsi quando si trova una tartaruga in pericolo

Può capitare a tutti di imbattersi in una testuggine che rischia di morire. Ma cosa fare se ci si imbatte in una tartaruga in mezzo alla strada o lontana dal suo habitat naturale? In questo caso bisogna innanzitutto contattare il centro di recupero fauna selvatica più vicino a dove ci si trova o, in alternativa, il Corpo Forestale al 1515.

Sarebbe meglio evitare dare da mangiare finché non ci si è accertati di che specie si tratta (magari inviando una foto al centro di recupero in attesa del loro intervento).

È meglio chiedere direttamente agli esperti dove rilasciare la tartaruga trovata e cosa è meglio darle mangiare e cosa. – sottolinea Misha Cossetto – Spesso la gente libera anche altre specie meno conosciute di tartarughe.

Che fare se si trova una tartaruga marina spiaggiata

Se invece ci si trova a mare e si nota una tartaruga marina spiaggiata, bisogna chiamare al più presto la Guardia Costiera al numero gratuito 1530, valido in tutta Italia, in modo che questa possa essere recuperata e visitata da personale specializzato.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook