Dopo 112 anni, confermata la riscoperta della tartaruga gigante delle Galapagos estinta

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La tartaruga gigante delle Galapagos non si è estinta. Dopo 112 anni ne è stato scoperto un esemplare, ribattezzato Fern

La tartaruga gigante delle Galapagos non si è estinta. Dopo 112 anni ne è stato scoperto un esemplare, ribattezzato Fern, che dà nuove speranze per questi splendidi animali. A darne notizia è stato il Ministero dell’ambiente dell’Ecuador in un post su Twitter.

Creature eccezionali le tartarughe giganti. La loro sopravvivenza è considerata a rischio ma nel 2019 dopo oltre un secolo dall’ufficializzazione della sua estinzione, una tartaruga gigante endemica dell’isola Fernandina è stata ritrovata nel meraviglioso Arcipelago delle Galapagos. 

Si tratta di una delle 14 specie di tartarughe giganti originarie delle isole e molte di esse sono a rischio di estinzione. Inserita dall’Unione internazionale per la conservazione della natura (Iucn) nella lista degli animali estinti nel lontano 1906, si tratta una femmina adulta appartenente alla specie Chelonoidis Phantasticusindividuata da una spedizione di esperti del Parco nazionale delle Galapagos e dell’Ong statunitense Galapagos Conservancy.

Confermata la riscoperta della tartaruga gigante delle Galapagos

Adesso, a due anni di distanza, sono arrivati i risultati del DNA che confermano la notizia: l’animale è una tartaruga di Fernandina (nota anche come tartaruga gigante di Fernandina) e non è estinto! L’analisi genetica ha ora confermato che è imparentata con la specie di tartaruga Chelonoidis phantasticus originaria dell’isola. Questi risultati confermano ciò che i ricercatori della Galapagos Conservancy e del GNPD speravano da tempo.

Gli scienziati della Yale University hanno confermato la somiglianza genetica tra la tartaruga gigante femmina solitaria recentemente scoperta sull’isola di Fernandina e la tartaruga gigante Fernandina segnalata l’ultima volta 112 anni fa e a lungo considerata persa per sempre. La tartaruga gigante è stata trovata durante una spedizione congiunta del 2019 della Direzione del Parco Nazionale delle Galapagos (GNPD) e della Riserva delle Galapagos. Adesso gli scienziati stanno facendo il possibile per trovare un eventuale compagno e salvare la specie.

Uno dei più grandi misteri delle Galapagos è stata la tartaruga gigante dell’isola di Fernandina. La riscoperta di questa specie perduta potrebbe essere avvenuta proprio nel momento giusto per salvarla. Ora abbiamo urgente bisogno di completare la ricerca dell’isola per trovare altre tartarughe 

ha detto il dott. James Gibbs, vicepresidente per la scienza e la conservazione per la Galapagos Conservancy ed esperto di tartarughe presso la State University di New York.

Prima della scoperta del 2019, era stato trovato solo un esemplare di tartaruga gigante Fernandina, un maschio individuato durante la spedizione dell’Accademia delle scienze della California nel 1905-06. Le popolazioni di tartarughe giganti furono decimate in tutto l’arcipelago delle Galapagos nel XIX secolo a causa dello sfruttamento da parte di balenieri e bucanieri e si credeva che la specie di tartaruga gigante Fernandina fosse estinta a causa delle eruzioni vulcaniche nei secoli passati. L’attuale popolazione di tartarughe giganti in tutte le isole è solo il 10-15% del suo numero storico, stimato tra 200.000-300.000 individui.

Ma c’è speranza. I ranger del parco hanno trovato segni (tracce e escrementi) di almeno altre due tartarughe sul vulcano Fernandina durante le ricerche che hanno portato alla scoperta di Fern. Galapagos Conservancy ha lanciato un appello urgente su galapagos.org/savethefernandinatortoise per raccogliere fondi per intraprendere la spedizione alla ricerca di queste e forse altre tartarughe per salvare questa specie dall’orlo dell’estinzione.

C’è ancora speranza!

Fonti di riferimento: Twitter/GustavoManriq_M, Galapagos

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook