Svolta storica nel Regno Unito, il commercio di avorio è stato finalmente dichiarato illegale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’UK Ivory Act impone divieti sulla vendita di avorio di elefante. Previsti fino a 300mila euro di ammenda e fino a 5 anni di reclusione

Un divieto di importazione, esportazione e commercio di articoli contenenti avorio di elefante è entrato in vigore nel Regno Unito. Un tanto atteso blocco finalmente diventato realtà e un’ottima notizia arrivata dopo un iter che si è protratto per ben tre anni, ma che costituisce un’azione necessaria per fermare il commercio d’avorio.

Gli elefanti sono comunemente presi di mira per le loro zanne d’avorio e non solo: è ormai sotto gli occhi di tutti come la domanda di avorio contribuisca al bracconaggio, determinando un drastico e pericoloso calo delle popolazioni di elefanti. Grazie a questo divieto, si garantirà una protezione maggiore per gli elefanti di tutto il mondo.

Le multe previste per chi infrangerà il divieto sono abbastanza salate: violando questa legge si rischia infatti un’ammenda di 250mila sterline (che equivalgono a circa 300mila euro), oppure fino a cinque anni di reclusione.

Con 20mila elefanti cacciati ogni anno per della bigiotteria d’avorio che non serve realmente a nessuno, questo divieto non poteva aspettare ancora. Ora è fondamentale che si applichi, e chi cerca di aggirarlo venga punito con forza dalla legge”, ha dichiarato James Sawyer, direttore dell’Ifaw, Fondo internazionale per il benessere animale per il Regno Unito. Inoltre, quello che ci si augura è che questo provvedimento ispiri e sia d’esempio per altri paesi nel mondo per chiudere, una volta per tutte, i mercati dell’avorio. Un’altra grande iniziativa dell’Ifaw ha permesso di riconsegnare migliaia di oggetti di avorio, in modo tale da smaltirli e impedire così il loro rientro nel mercato. Tra questi, zanne, intagli, bastoni da passeggio e altra bigiotteria sono solo alcuni esempi.

Il numero di elefanti liberi in natura è diminuito di quasi un terzo, con la popolazione di elefanti della savana che è crollata di circa il 30%, pari a 144.000 elefanti, in 15 paesi africani tra il 2007 e il 2014. La decisione del Regno Unito non può che essere una bella notizia.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Gov.UK

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook