Strage di api senza precedenti in Australia: sterminati oltre 15 milioni di esemplari a causa di un parassita

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Prosegue lo sterminio di api nel New South Wales in Australia. Oltre 15 milioni di esemplari sono già stati abbattuti dalle autorità per contenere la diffusione dell'acaro Varroa Destructor, considerato il più pericolo parassita al mondo per le api

Una bella storia

Non c’è pace per le api dell’Australia. In questi giorni sta avvenendo un vero e proprio sterminio di insetti impollinatori nel New South Wales. Sono già decine di milioni (un numero stimato fra i 15 e  i 45 milioni) le api uccise in oltre 1530 alveari sparsi nelle varie aziende di apicoltura dello Stato australiano. Il motivo? L’invasione di un pericolo parassita, noto come Varroa Destructor, che rappresenta una delle più gravi minacce per queste preziose creature.

Quest’acaro, infatti, si attacca al corpo dell’ape e la indebolisce succhiandone l’emolinfa. In questa fase può anche trasmettere agenti virali RNA all’insetto. Finora in Oceania non era mai stata segnalata la presenza di questo parassita, che sta mettendo sta mettendo in ginocchio la biodiversità del Paese. Il Varroa Destructor è stato indivudato per la prima volta un apio di settimane fa a Sydney, ma in brevissimo tempo si è diffuso a macchia d’olio in tantissime città New South Wales.

Prosegue lo sterminio di api

Una situazione preoccupante che ha messo in allerta le autorità e costretto al “lockdown” milioni di api. A fine giugno, infatti, il governo locale ha imposto una zona di biosicurezza in cui è vietato spostare gli alveari o i favi.

Inoltre, è stato dato l’ordine di distruggere tutti quegli alveari che si trovano nel raggio di 10 km dalle località interessate dalla presenza del parassita. E così si sta consumando un vero e proprio sterminio per tentare di salvare il settore dell’apicoltura, ormai in ginocchio nel New South Wales.

“Le api riproducono molto rapidamente, ma vogliamo assicurarci di tutelare tutte le persone che vogliono ancora rimanere nel settore dopo che è stato decimato in questo modo” ha commentato il ministro dell’Agricoltura Dugald Saunders, sottolineando che le squadre di esperti sono al lavoro per monitorare la situazione e abbattere gli esemplari a rischio.

La diffusione dell’acaro parassita rischia di costare milioni di dollari all’industria del miele australiana ma non soltanto. Le api sono preziose perché la produzione di frutta come mele, avocado e mandorle dipende proprio dal loro fondamentale lavoro.

Le operazioni potrebbero durare ancora per molto tempo visto che la situazione è ormai sfuggita di mano. Si preannuncia una stagione terrificante per le povere api che vivono sul territorio australiano (eppure le soluzioni efficienti e sicure per combattere quest’acaro esistono, fra cui il sistema V-eliminator, messo a punto in Europa)

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: NSW Governement/Dugald Saunders 

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook