Sono una Salpa Fusiformis: sono innocua, non sono una medusa e aiuto a tenere pulito l’ambiente

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Se ti capita di avvistare questa creatura mentre nuoti non avere alcuna paura. Non è pericolosa, ma innocua ed essenziale per l'ecosistema marino. Non catturarla e non portarla a riva, ma limitati ad ammirarla nel suo particolare aspetto

Sembra una medusa, ma non lo è affatto. Il suo nome scientifico è Salpa Fusiformis, una creatura marina per nulla pericolosa che ultimamente si sta avvistando spesso lungo le coste italiane. Questa specie, un tunicato, è totalmente innocua e la sua presenza è un preziosissimo aiuto per il mare.

La Salpa Fusiformis è soprannominata infatti “pulitore del mare” perché le sue popolazioni contribuiscono al vertical carbon flux, il flusso verticale del carbonio, come dimostrato da alcuni studi.

La salpa metabolizza tonnellate di anidride carbonica presente nell’acqua, l’accumula nei fondali, impedendo che questa finisca nell’atmosfera. Mica poco per un invertebrato multicellulare.

Ma non è finita qui perché anche sotto un altro aspetto questo organismo gioca un ruolo fondamentale nella depurazione del mare: la sua alimentazione. I tunicati si nutrono principalmente di fitoplancton e batteri . In questo modo agiscono come degli eccellenti “filtri naturali”.

La salpa in questione popola in maggior concentrazione l’Oceano Atlantico e generalmente le regioni equatoriali e temperate. Da alcuni anni, comunque, questa salpa è stata intravista nel Mediterraneo e in Italia in particolar modo nel Meridione. Assieme alla Salpa Maxima, la Salpa Fusiformis è ormai tra i più comuni tunicati dei nostri mari.

Preferisce di gran lunga il mare aperto, vivendo fino agli 800 metri di profondità e risalendo in superficie durante la notte. Le correnti la trasportano poi verso la riva dove non è solito presentarsi in lunghe catene. È così che questa specie si accoppia e si riproduce.

Purtroppo, arenandosi, la Salpa Fusiformis è frequentemente vittima di bagnanti incivili.

Il suo aspetto sicuramente bizzarro può trarre in inganno. Il corpo è trasparente, come fatta di plastica, e gelatinoso. Anche per questo la salpa viene scambiata erroneamente per una medusa generando il panico sulla spiaggia.

Lei, però, è innocua e non va assolutamente catturata e allontanata dal mare. Lo stesso discorso vale per le meduse. Ucciderle è reato quindi prima di vantarsi di voler epurare il mare da animali poco graditi, è bene ricordare che il mare è la casa di quelle creature. Siamo noi gli ospiti, il più delle volte indesiderati.

Fonte: Lipu Caserta/Facebook

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook