Sequestrate decine di tigri e altri grandi felini alla coppia del Tiger King Park (a cui Netflix ha dedicato una docuserie)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le autorità federali degli Stati Uniti hanno sequestrato 68 grandi felini, tra cui 46 tigri, dal Tiger King Park in Oklahoma.

Lite tra elefanti

Sono ben 68 i grandi felini che sono stati sequestrati dalle autorità statunitensi a Jeff e Lauren Lowe, coppia che gestisce il Tiger King Park in Oklahoma, divenuto celebre in tutto il mondo grazie alla docuserie Netflix che mostra i retroscena del business delle tigri. I funzionari federali avevano già ispezionato lo zoo tre volte a partire dallo scorso dicembre, ma ieri è scattato il sequestro di 46 tigri, 7 leoni, 15 ibridi leone-tigre e un giaguaro

Leggi anche: Tiger King: la docuserie Netflix sulle tigri sfruttate per denaro che tutti dovremmo vedere

I Lowe sono entrambi accusati di aver violato leggi statunitensi che tutelano le specie in via d’estinzione e il benessere degli animali. Da quanto si apprende dal comunicato del Dipartimento di Giustizia, i due non hanno fornito agli animali “cure veterinarie adeguate o tempestive, un’alimentazione appropriata e un riparo che li proteggesse dalle intemperie e fosse di dimensioni sufficienti per consentire loro di avere un comportamento normale”.

Ai due gestori dello zoo era stato intimato di assumere un assumere un veterinario per garantire che i felini potessero ricevere i livelli di cura previsti per legge, ma Jeff e Lauren Lowe hanno continuato a trascurare la salute degli animali. A causa dell’assenza di cure e di  un’alimentazione inadeguata, la maggior parte degli animali che viveva nello zoo soffre di patologie ossee dovute alla carenza di calcio, dato che venivano nutriti principalmente con carne disossata e macinata. Come se non bastasse, durante le ispezioni la signora Lowe ha persino minacciato di uccidere un ufficiale della fauna selvatica.

La dichiarazione è stata particolarmente intimidatoria perché l’ex socio in affari di Tiger King sta scontando una pena detentiva per aver assunto un sicario per assassinare un rivale in un altro Stato spiega il Dipartimento di Giustizia. 

Infatti, Lowe è l’ex socio in affari di Joe Exotic, che al momento sta scontando una condanna a 22 anni di reclusione per il suo coinvolgimento in un complotto per omicidi e abusi sugli animali.

Fonte: USA Department of Justice

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook