Rarissima falena intercettata all’aeroporto di Detroit, l’ultimo avvistamento risalirebbe a 110 anni anni fa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

All'aeroporto metropolitano di Detroit le autorità avevano segnalato dei bozzoli di insetto di una falena che non veniva avvistata da un secolo. Le ultime notizie su questa specie era del 1912, ma da allora nessun altro esemplare era mai arrivato negli Stati Uniti

Bozzoli di insetto spacciati per radici di piante erbacee e tisane medicinali. Così alcuni lepidotteri sono giunti negli Stati Uniti in un volo in arrivo dalle Filippine nel settembre 2021.

All’aeroporto di Detroit, destinazione finale del volo, il passeggero che trasportava questi bozzoli è stato fermato dagli agenti del US Customs and Border Protection che, insospettiti, hanno contattato gli specialisti del settore federale dell’agricoltura. Giunti sul posto questi hanno confermato si trattasse di insetti e non di infusi miracolosi.

I bozzoli, così come delle larve rinvenute durante l’ispezione, sono stati sequestrati dalle autorità doganali e portati via per esaminarli a fondo. Dopo un periodo di quarantena le crisalidi si sono schiuse, ma gli specialisti doganali non sono riusciti identificare le specie di queste falene perché non corrispondevano a nessuna di quelle comuni nel Paese.

Il Dipartimento ha perciò contattato gli entomologi del USDA Smithsonian Institution che eseguiranno ora dei test per scoprire di più su queste falene misteriose. Gli esperti affermano che questi lepidotteri appartengono alla famiglia delle Pyralidae, ma la documentazione in loro possesso è scarsa perché l’ultima volta che una specie molto simile è stata avvistata era nel 1912, esattamente 110 anni fa.

dogana detroit

Ogni anno gli agenti federali intercettano e sequestrano negli aeroporti animali, piante e semi che possono essere altamente pericolosi per l’ambiente e per la salute umana. Si tratta nella maggior parte dei casi di specie aliene, come per queste falene, che minacciano la fauna e la flora autoctone.

Questa scoperta è una testimonianza dell’importante missione di identificare i parassiti stranieri e proteggere le risorse naturali americane, ha affermato Robert Larkin del Detroit Metro Airport.

Fonte: CBP US

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook