Questo elefantino rimasto orfano ha scelto il ranger della riserva come suo papà

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Per gli animali dello Sheldrick Wildlife Trust i ranger non sono solo custodi, ma dei veri genitori adottivi come dimostra questo elefantino

Per gli animali dello Sheldrick Wildlife Trust i ranger non sono solo custodi, ma dei veri genitori adottivi come dimostra questo elefantino

In Kenya, nei pressi di Nairobi, vi è una riserva naturale che accoglie elefanti e rinoceronti orfani per via del bracconaggio, fornendogli cure veterinarie e occupandosi della loro riabilitazione.

Si tratta del Sheldrick Wildlife Trust, una organizzazione creata nel 1977 con l’obiettivo di conservare e preservare la fauna selvatica locale e combattere le attività di bracconaggio che minacciano l’ecosistema africano. Il centro ospita tanti esemplari di elefanti, rinoceronti e altre specie che sono protetti dai ranger della ong. Tra questi vi è Joseph che, oltre ad essere un perfetto custode, è diventato un punto di riferimento per molti degli elefantini, ma anche per giovani ippopotami e antilopi.

Il custode ha infatti sorpreso tutti con le sue capacità di relazionarsi con gli ospiti del centro e di prendersene cura amorevolmente proprio come farebbe un buon genitore. Per loro infatti è come un padre anche se non proprio delle stesse sembianze, capace di donare agli orfanelli amore incondizionato.

Recentemente Joseph si sta occupando di Lemeki e Thamana, due cuccioli di elefante di cui uno nella foto, appena arrivati al centro e da subito ha istaurato un legame con questi, anche se non è stato facilissimo.

ci siamo subito resi conto che Joseph aveva un modo speciale tutto suo per comunicare con gli animali

così gli altri membri del Sheldrick Wildlife Trust raccontano di come sia venuto fuori questa sua inclinazione naturale che gli permette di sintonizzarsi con elefanti e rinoceronti e di istaurare un profondo legame.

Joseph è una fonte di ispirazione anche per tutti gli altri ranger nonché un esempio di come un buon custode possa non solo sorvegliare gli animali rimasti orfani, ma assisterli nel processo di riabilitazione nel verde e questa è la più grande soddisfazione.

Fonte: Sheldrick Wildlife Trust

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Ti consigliamo inoltre:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook