Perché i cani corgi della Regina Elisabetta II sono stati affidati al Principe Andrea

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In queste ore di grande concitazione a Buckingham Palace temevamo per cani della defunta sovrana. Elisabetta adorava i suoi corgi, tanto che qualche anno fa aveva deciso di non allevarne più proprio perché preoccupata di cosa sarebbe accaduto alla sua morte. Poi però ha accolto altri cani a corte. Chi penserà a loro?

Dopo la morte della Regina, sono sorte domande sul destino dei suoi corgi, i deliziosi cagnolini di cui ha fatto tesoro fin dall’infanzia. Ebbene, gli amati cani di Elisabetta II avranno presto una nuova casa e sarà quella del principe Andrea, che vive con l’ex moglie Sarah Ferguson nella Royal Lodge, a pochi chilometri dal castello di Windsor.

Saranno loro ad accogliere nella loro residenza due dei cagnolini della regina (era stato proprio lui a regalarli a Elisabetta). Gli altri due andranno invece alla principessa Anna, che vive nella tenuta di Gatcombe Park, nel centro dell’Inghilterra, e in passato ha allevato corgi anche lei.

La Regina britannica possedeva i corgi sin da quando era bambina. Il primo corgi, di nome Dookie, fu portato al castello nel 1933 da suo padre, re Giorgio VI.

Nel corso della sua lunga vita, Elisabetta ha avuto di fatto decine di cani, ma poco a poco aveva deciso di non adottarne più. Li allevava proprio nella tenuta di Windsor, ne ha avuti più di 30 e ne ha regalati molti altri (non ne è mai stato venduto nemmeno uno).

Ma non solo, i cani della Regina sono stati anche delle celebrità: hanno partecipato alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi del 2012 e James Bond di Daniel Craig ha accompagnato la regina dal palazzo a un elicottero, con i cani che gli facevano strada. Vulcan e Candy, inoltre, sono anche apparsi sulla copertina della rivista americana Vanity Fair in occasione dei 90 anni di Lillibet.

queen vanity

©Vanity Fair

Si pensa che Sua Maestà avesse posseduto oltre 30 tra corgi e dorgi, un incrocio tra il corgi e il bassotto, creando nei decenni una vera e propria moda. Già quando Elisabetta era “solo” una principessa, si registrò un picco di adozioni di cani corgi (tra il 1936 e il 1944). Lilibet, insomma, aveva reso quei cani davvero cool, ripresi anche da svariate pubblicità.

Ora, sarà Andrea ad occuparsi di Muick e Sandy, giovanissimi esemplari di corgi rimasti fino all’ultimo accanto alla sovrana. Lo stesso Andrea, figlio da sempre definito prediletto della regina, ma allontanato dalla vita pubblica lo scorso anno dopo lo scandolo sui presunti abusi sessuali ai danni di una minorenne,  aveva regalato alla madre nella primavera del 2021, per tenerla su di morale durante il lockdown al castello di Windsor, Muick e un altro cucciolo, Fergus.

Quest’ultimo era morto ad appena cinque mesi e, come consolazione, Andrew e le sue figlie Beatrice ed Eugenie le avevano regalato Sandy per il suo 95mo compleanno.

Non perderti tutte le altre nostre notizie, seguici su Google News e Telegram

Fonte Reuters

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook