Non è un peluche, ma un orso polare vero morto di fame

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Questa immagine che vedete non è quella di un vestito da Carnevale da orso polare, ma rappresenta una triste verità ovvero come i cambiamenti climatici sono una delle cause della morte dell’orso bianco.

Questa immagine che vedete non è quella di un vestito da Carnevale da orso polare, ma rappresenta una triste verità ovvero come i siano una delle cause della morte dell’orso bianco.

Per colpa del riscaldamento globale, infatti, il ghiaccio sta scomparendo e la superficie di oceano è sempre più ridotta. Secondo l’Unione internazionale per la conservazione della natura oltre 26 mila esemplari di orso bianco rischiano di estinguersi entro il 2050.

Il ghiaccio serve all’orso per cacciare e accumulare grasso per il letargo. Succede però, che già in primavera esso si sciolga e che la nuova formazione avvenga solo ad autunno inoltrato. Tutto ciò causa un digiuno forzato che trasforma gli orsi in animali denutriti e meno sani.

LEGGI anche: L’ORRIBILE IMMAGINE DELL’ORSO POLARE DENUTRITO

Un altro problema è legato alla morte prematura dei cuccioli: le madri che allattano non hanno immagazzinato abbastanza grasso e non riescono a sfamare i propri piccoli. Nella Baia di Hudson, in Canada per ogni settimana di anticipo sulla fusione dei ghiacci, gli orsi perdono 10 chili di peso.

Gli orsi sono costretti a mangiare delfini, a vivere sempre più vicini agli uomini e molto spesso ingeriscono plastica.

LEGGI anche: GLI ORSI POLARI COSTRETTI A MANGIARE I DELFINI PER COLPA DEI CAMBIAMENTI CLIMATICI

Le immagini, dunque, di orsi che nuotano tra la natura incontaminata sono sempre più rare anche perché nello stesso Artico a causa delle condizioni metereologi che e delle correnti si concentrano molte sostanze tossiche.
Sostanze che nel corpo degli orsi producono una bassa concentrazione di vitamine e anticorpi, a questo si va ad aggiungere l’industria del petrolio che mette a rischio tutto l’ambiente artico, i gas serra e l’aumento di anidride carbonica nell’atmosfera.

LEGGI anche: LA TERRIBILE IMMAGINE DELL’ORSO POLARE COSTRETTO A CACCIARE TRA I RIFIUTI

Queste immagini strazianti ( scattate da Ashley Cooper) che potrebbero sembrare una bufala stanno facendo il giro del mondo, condivise anche da Greenpeace International sui social ,mostrano il risultato di tutto ciò: un orso che sembra un enorme pupazzo di peluche o un vestito vuoto da Carnevale. 

Vi avevamo già mostrato foto allarmanti di orsi denutriti e costretti a mangiare rifiuti per la mancanza di cibo e spossati a causa della denutrizione.

La buona notizia è però che ognuno di noi può fare qualcosa per impedire l’estinzione dell’orso bianco attuando ogni giorno delle scelte alimentari consapevoli e adottando degli stili di vita sostenibili che riducano le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera. Il WWF ha infine lanciato una sottoscrizione: Adotta un orso polare.

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook