Operazione salva rospi del WWF, 7 km di barriere per proteggere la migrazione a Lecco

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Lecco: i volontari del WWF hanno dato il via alla "operazione salva rospi" posizionando delle barriere per monitorare la migrazione degli anfibi

I rospi comune adulto Bufo bufo sono una specie in via d’estinzione tutelata dal WWF che ogni anno organizza in Lombardia delle operazioni di salvataggio per poter proteggere gli anfibi durante la loro migrazione dai boschi in cui vivono tutto l’anno al Lago di Como. 

La campagna è iniziata quest’anno il 5 e 6 marzo ed in questi giorni tantissimi volontari del WWF hanno posizionato barriere contenitive di plastiche per un percorso di 7 chilometri lungo il tratto della strada provinciale 583 Lecco-Bellagio tra la località Melgone di Mandello del Lario e Onno, in comune di Oliveto Lario, nei cui pressi si trova uno dei più importanti siti della Regione Lombardia in cui i rospi Bufo bufo si recano per deporre le uova.

Dovendo attraversare il tratto stradale, moltissimi esemplari rischiano di finire sotto le ruote degli automobilisti, essendo comunque lenti nei movimenti o nei piccoli salti che questi anfibi compiono.

Le barriere contenitive vengono sempre posizionate sia in discesa che in salita per impedire ai rospi di avvicinarsi alle strade in un senso o nell’altro. Tutti i pomeriggi, prima che faccia buio, i volontari controllano queste barriere e spostano i rospi rimasti bloccati in un secchio, per poi rilasciarli vicino al lago. Le operazioni proseguono per ore e ore e per coprire tutta la settimana per tutto il periodo della migrazione, il WWF della sezione di Lecco si alterna con altre associazioni locali.

Sin dal 1990, anno in cui è partita la prima operazione salva rospi patrocinata dalla Direzione Generale Tutela Ambiente della Regione Lombardia, il progetto ha censito oltre 20.000 rospi. Ogni anno risulta sempre più difficile stabilire l’inizio della migrazione e la sua durata poiché la crisi climatica sta facendole diventare sempre più tardive.

Chiunque abitasse in zona e volesse partecipare al progetto, può contattare il WWF Lecco via WhatsApp al numero 341 1716138. Per poter diventare volontari, è necessario essere soci dell’associazione o di una aderente all’iniziativa.

Qui un video della campagna di qualche anno fa.

Fonte: WWF Lecco

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

 

 

 

 

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook