Continua la moria di elefanti in Botswana, ora sono 39 dall’inizio dell’anno (e nessuno sa ancora perché)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Prosegue il mistero della moria di elefanti in Botswana. Nel 2021 il bilancio è salito a 39 esemplari morti, che si vanno ad aggiungere agli oltre 300 pachidermi trovati senza vita nel corso del 2020.

Proseguono i misteriosi decessi di elefanti in Botswana. Dall’inizio dell’anno il bilancio è salito a 39 esemplari morti, che si vanno ad aggiungere agli oltre 300 pachidermi trovati senza vita nel corso del 2020. Le carcasse degli animali sono state rinvenute in questi giorni all’interno della riserva faunistica di Moremi, ma non sono ancora state chiarite le cause della morte dei poveri elefanti.

Se, infatti, lo scorso anno il Ministero dell’Ambiente aveva correlato i decessi degli animali allavvelenamento da cianobatteri, questa volta non è emersa nessuna traccia di antrace o di batteri nell’acqua della riserva. 

“Sono in corso ulteriori analisi di laboratorio. Le estese indagini sul campo e sull’aria non hanno rivelato alcuna mortalità di altre specie di fauna selvatica all’interno dell’area ” ha dichiarato il ministero in una nota. 

La tesi dell’avvelenamento da cianobatteri, però, non aveva convinto del tutto alcune organizzazioni animaliste e ambientaliste che avevano criticato le modalità e i tempi con cui erano state portate avanti le indagini in Botswana. E adesso il mistero si infittisce di nuovo e cresce la preoccupazione per la sopravvivenza di questa straordinaria specie, già minacciata dai bracconieri e dal killer silenzioso delle perdita dell’habitat.

La popolazione degli elefanti africani, infatti, è sempre più in declino e ad un passo dall’estinzione. Di recente l’International Union for Conservation of Nature (Iucn) ha inserito sia l’elefante della foresta che quello della savana nella lista rossa delle specie in “pericolo” e in “pericolo critico”. E se fino al secolo scorso il continente africano ospitava un milione e mezzo di elefanti, l’ultimo censimento su larga scala, effettuato nel 2016, segnala la presenza di soli 415mila pachidermi. Tra bracconaggio, perdita dell’habitat e la misteriosa moria, non c’è pace per gli elefanti africani.

Fonte: Reuters/Facebook

Leggi anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook