La gorilla più vecchia del mondo compie 65 anni, ma di questi oltre 60 sono trascorsi in uno zoo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Allo Zoo Berlin, gli addetti hanno festeggiato gioiosi il 65° compleanno della gorilla più anziana della struttura e del mondo che però ha trascorso tutta la sua vita in uno zoo, non conoscendo cosa sia la libertà e passando, anno dopo anno, sotto gli occhi dei visitatori e delle loro macchine fotografiche

Qualche giorno fa, allo Zoo Berlin della capitale tedesca, c’è stata una grandissima festa con l’immancabile torta tradizionale in quark, riso, frutta e verdura per celebrare i 65 anni di Fatou, la gorilla più vecchia del mondo che lentamente si avvicina alla sua torta di compleanno con una amarissima consapevolezza, quella di aver trascorso più di 60 di questi anni nello zoo.

Per gli addetti dello Zoo Berlin si tratta di un evento eccezionale che non fa altro che renderli ancora più fieri e contenti del loro lavoro di “conservazione” della specie, la distruzione del cui habitat naturale e la caccia che ne ha drasticamente ridotto le popolazioni in natura.

Ogni giorno siamo felicissimi che Fatou sia con noi e speriamo di poter festeggiare con lei ancora altri compleanni”

ha affermato la responsabile Christian Aust nel post condiviso dallo zoo su Facebook che mostra l’anziana gorilla assaporare la sua torta al centro della sua area.

Il video e le immagini di Fatou che dovrebbero farci sorridere e gioire, sono in realtà di una tristezza infinita, per alcuni velata, per altri molto evidente.

Dopo essere stata venduta da cucciola a Marsiglia da un marinaio, Fatou era stata prelevata da uno zoo francese e trasferita a Berlino, dove è arrivata nel lontano 1959. Da quell’anno è “ospite” dello Zoo Berlin, se così si può forzatamente dire.

Per tutta la sua esistenza questa gorilla non ha conosciuto altro che la sua area recintata, gli sguardi di bambini e turisti, per tutto l’anno, anno dopo anno fino ad oggi, in cui di anni ne compie 65, quasi tutti rinchiusi in questo zoo.

Eppure la sua è una delle tantissime storie di animali privati della possibilità di vivere liberi, ma che viene tuttavia allegramente festeggiata, dimenticando che il più bel regalo che le si possa mai fare, è la libertà! 

Fonte: Zoo Berlin

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook