Alle Isole Fær Øer la Grindadráp colpisce ancora: massacrate 52 balene pilota

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

A soli dieci giorni dal brutale massacro di 1.428 delfini sulla battigia di Skalabotnur a Eysturoy, la seconda delle Isole Faroe (Fær Øer), altri 52 globicefali sono stati uccisi

Nuove immagini scuotono il mondo. Dopo i quasi 1500 delfini massacrati alle Isole Faroe (Fær Øer) pochi giorni fa – molti morirono colpiti da coltelli e arpioni, altri furono gravemente feriti dalle barche a motore che vi passavano sopra – sono stati uccise 52 balene pilota.

A riportarlo è la rivista tedesca Bild.

Chiediamo un’azione urgente da parte dell’UE, della Danimarca e del Regno Unito per impedire alle Isole Faroe di devastare popolazioni protette di delfini e piccole balene. Questa orribile crudeltà e il massacro insostenibile devono finire ora, afferma John Hourston della Blue Planet Society a BILD.

Quella che si era da poco conclusa era già stata una delle peggiori stragi di delfini e globicefali di sempre, con un tragico bilancio di circa 1500 cetacei uccisi. Pare che a nulla siano valsi gli appelli e le petizioni per fermare quest’assurda tradizione che va avanti da secoli nell’arcipelago danese, la famigerata Grindadráp (letteralmente “caccia alle balene”).

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Fonti: Bild / Blue Planet Society

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook