Perché i gatti dormono tutto il giorno?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I gatti sono animali abitudinari con una routine del sonno molto particolare. Dormono dalle 12 ore in su al giorno. Ma perché?

I gatti sono animali abitudinari con una routine del sonno molto particolare. Dormono dalle 12 ore in su al giorno. Ma perché?

“Dormire come un ghiro” è un modo di dire molto diffuso con il quale ci riferiamo ad una persona che dorme molto e a lungo, ma questo detto sarebbe potuto tranquillamente essere “dormire come un gatto” perché nel quotidiano il gatto è l’esempio più lampante di un animale che ama il riposo.

Il gatto è infatti un felino crepuscolare – proprio come giaguari, ocelotti ed altri felini – ed è molto attivo nelle ore del crepuscolo ossia dal tramonto all’alba, piuttosto che in altre. E se ciò avviene solo in questo particolare momento, tutto il resto della giornata? Beh il gatto preferisce trascorrere le restanti ore acciambellato nella sua cuccia, sul divano o sulle gambe del suo umano preferito. Il perché ve lo spieghiamo qui.

Quante ore al giorno dormono i gatti?

La maggior parte dei gatti giovani dorme mediamente dalle 12 alle 18 ore al giorno, quasi il triplo delle ore di sonno di una persona. I gatti anziani così come i cuccioli sono portati tendenzialmente a dormire ancora di più, fino alle 20 ore, ma ciò è dovuto chiaramente all’età.

Attenzione però a come il gatto dorme perché spesso dietro al modo in cui il nostro amico a quattro zampe si addormenta possono nascondersi delle patologie più o meno serie che il gatto cerca naturalmente di curare con il lungo riposo.

Quanto a lungo dormono i gatti?

Seppur le ore di sonno dei nostri mici siano complessivamente 12-18, il gatto non dorme ininterrottamente per tutto questo tempo. I gatti, così come gli umani, hanno il proprio ritmo circadiano, ma sono animali con un sonno polifasico, composto cioè da più periodi di riposo, intervallati da fasi di veglia. Come noi poi, il sonno dei gatti attraversa la fase REM in cui il loro cervello è particolarmente attivo e permette loro di sognare. Anche i gatti infatti sognano, ma i loro sogni riguardano principalmente le attività di caccia.

I pisolini durano in media 1 ora o più, ma in determinati periodi la durata del sonno varia da 50 a 113 minuti. I gatti hanno inoltre un sonno leggero e per natura tendono ad addormentarsi in posizioni che, in caso di pericolo, consentano loro di scappare immediatamente. Mentre dormono le orecchie ed il naso sono sempre vigili.

Perché i gatti dormono così tanto?

Per capire come mai i nostri amati gatti siano dei dormiglioni per eccellenza bisogna fare alcuni passi indietro. Abbiamo detto che questi animali sono crepuscolari ed il perché è dato dal fatto che, quando vivevano liberi in natura e non erano addomesticati dall’uomo, nella fase del crepuscolo erano soliti cacciare e conservavano tutte le energie per concentrarle in questo momento.

Cacciare era per loro una attività indispensabile per sopravvivere e molto dispendiosa in termini di energie; dovevano perciò accumularne quanto più possibile, dormendo durante le altre ore del giorno e ricaricando il corpo per la caccia successiva. E’ così che i gatti hanno sviluppato questa tendenza, adattandola poi alla vita degli umana in termini di orari, ma conservando pur sempre l’abitudine di dormire quasi tutto il giorno.

Quanto dovrebbero effettivamente dormire i gatti?

Così come ci sono gatti molto sedentari che non amano troppo giocare e preferiscono al contrario ronfare, ve ne sono altri molto attivi e instancabili che possono dormire anche meno delle 12 ore quotidiane. In media i gatti dovrebbero a dormire sulle 15 ore giornaliere e fare dei pisolini di 15-30 minuti.

Questi sono i tempi effettivi che consentono al gatto di rafforzare il proprio sistema immunitario, recuperare le energie spese durante il dì, rilassare i muscoli e digerire le proteine che assume durante i pasti. La loro dieta è infatti ricca di proteine e dormire aiuta molto i processi digestivi.

Perché i gatti dormono di più quando piove?

Anche i gatti, come noi umani, tendono a dormire di più in giornate uggiose o particolarmente fredde nel periodo invernale e ad essere più attivi con il bel tempo in primavera o in estate. Le condizioni metereologiche e le temperature influenzano la durata del sonno dei gatti.

I proprietari dei gatti sanno bene quanto i nostri cari felini non amino particolarmente l’acqua e non a caso non tollerano i giorni di pioggia, in cui preferiscono dormire più a lungo. Ma non si tratta solamente di questo poiché il rumore dei temporali accompagnati da tuoni non è per nulla gradito dai gatti, in più i periodi delle piogge sono molto umidi ed i gatti hanno bisogno di più energie per mantenere bilanciata la loro temperatura corporea. Ciò si traduce ancora una volta in più ore di sonno.

Al contrario, i gatti preferiscono le belle giornate, durante le quali sono più propensi al gioco o all’esplorare la casa, ma il sonno rimane pur sempre parte integrande del loro essere gatto.

Fonte: Sleep Foundation

Seguici su Telegram|Instagram  |Facebook |TikTok |Youtube

Ti consigliamo inoltre:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook