Perché non dovresti comprare i gatti Highland con le orecchie piegate (e perché il Belgio li ha vietati)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dal 1° ottobre 2021, in Belgio è stato vietato l'allevamento e il commercio di razze di gatti con le orecchie piegate

Dal 1° ottobre 2021, in Belgio è stato vietato l’allevamento e il commercio di razze di gatti con le orecchie piegate, come gli Scottish Fold o Highland Fold. La caratteristica più evidente di questi animali sono le orecchie, che sono la conseguenza di una mutazione genetica che causa un’anomalia nella cartilagine, chiamata osteocondrodisplasia.

Una decisione che fa da apripista e che dovrebbe far riflettere tutti. Tali animali, spesso desiderati per la loro particolare caratteristia ossia le orecchie piegate, in realtà devono fare i conti con atroci sofferenze. Essi soffrono di gravi problemi articolari, spesso accompagnati da dolori lancinanti. Anche la cartilagine in altre parti del corpo è malformata. Ecco perché il Belgio ne ha vietato sia l’allevamento che il commercio. 

Cos’è l’osteocondrodisplasia

Le orecchie piegate di questi gatti sono il risultato di un’anomalia nella cartilagine, chiamata anche osteocondrodisplasia, causata da una mutazione in un gene. Proprio la malformazione alla cartilagine dell’orecchio caratterizza tali animali.

Purtroppo non si tratta di un fatto puramente estetico. Le zampe anteriori e posteriori possono diventare storte e ispessirsi in mondo anomalo. Si tratta di una malattia molto dolorosa per gli animali. Per loro muoversi è difficile. Nei casi più gravi, i gatti diventano zoppi. Non esiste ad oggi alcun trattamento. L’unico modo per evitare questa condizione è vietare l’allevamento di gatti portatori del gene.

Ed è quello che accadrà in Belgio da ottobre. Secondo il divieto appena introdotto, tutte le femmine ora incinte partoriranno entro 63 giorni. I cuccioli possono essere scambiati all’età minima di 12 settimane, prima del 1° ottobre. 

Il paese è stato il primo a prendere una posizione chiara, cercando di limitare la diffusione di questi animali, sempre più diffusi, quasi di “moda” per le loro caratteristiche orecchie. Peculiarità che però provoca loro dolore.

Cosa accadrà dal 1° ottobre ai gatti con questa malformazione?

In Belgio non ci sarà nessuna caccia alle streghe per fortuna. Chi vive con un gatto con questa malattia chiaramente potrà continuare a farlo ma non potrà però venderlo né regalarlo. Unica possibilità: se non fosse più possibile prendersene cura, si può portare in un rifugio per darlo in adozione.

Fonti di riferimento: Mailchi

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook