Zampa tranciata dalla tagliola di un bracconiere e segni di proiettile, così una cagnolina è stata recuperata a Lipari

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una cagnolina è rimasta intrappolata per più di 10 giorni in una tagliola in un bosco sull'isola eolia di Lipari. Una delle zampe è stata tranciata dalla trappola. L'animale è stato recuperato e operato grazie all'intervento dei volontari, adesso è in convalescenza

Era rimasta intrappolata in un bosco da più di 10 giorni, con una zampa andata in cancrena, tranciata da una tagliola posizionata da qualche bracconiere e segni di spari. Così i volontari dell’ENPA hanno intercettato una povera cagnolina sull’isola di Lipari, dopo ricerche e segnalazioni.

La cagnolina non si lasciava avvicinare da nessuno. Chissà quanto avrà potuto soffrire con la zampa dilaniata da quella trappola di ferro. Dopo essere finalmente riusciti a prenderla, i volontari l’hanno portato in una clinica veterinaria. Qui è stata operata d’urgenza.

cane Sky

@Enpa Sezione Isole Eolie/Facebook

L’intervento è stato complesso e pesante, ma è andato a buon fine. La cagnolina, alla quale è stato dato il nome di Sky, è molto impaurita, ma ha tanta voglia di tornare a vivere e correre, anche se con una zampa in meno e con delle ferite non visibili esteriormente. Nei suoi occhi si legge ancora tanto spavento e dolore.

La convalescenza sarà lunga e i veterinari sperano che in questa fase di ricovero Sky potrà gradualmente riacquistare la fiducia nel genere umano. L’ENPA sezione Isole Eolie continua intanto a chiedere l’intervento dei nucleo Cites Soarda dei Carabinieri a Lipari.

Nel territorio sono disseminate tagliole e richiami per la caccia, tutti vietati dalla legge, ma purtroppo ancora molto diffusi. Sono necessari più controlli. Oltre a essere una illegalità, queste trappole rappresentano un pericolo anche per i cittadini. Molti sono coloro che vanno in cerca di funghi nei boschi di Lipari e potrebbero accidentalmente finire nella morsa di una tagliola.

Il bracconaggio, come evidenziato dal report annuale Zoomafia della LAV, continua a essere uno dei principali crimini commessi a danno degli animali nel nostro Paese. Non si contano le vittime dei sistemi barbari adoperati dai bracconieri. Oggi è toccato a Sky, una cagnolina randagia dell’isola di proprietà del Comune, ma la prossima volta chi lo sa.

Fonte: Enpa Sezione Isole Eolie/Facebook

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook