Salvati dai macelli cinesi, questi due cani ora hanno finalmente una casa e tanto amore

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Adottati e felici, lontano dai mercati asiatici in cui sarebbero stati macellati per la loro carne. Questi sono Thor e Raina, oggi Muggsy e Isla, due cani con un passato triste alle spalle tutto da dimenticare. I due sono stati adottati dalla stessa famiglia in America e sono ora pronti a iniziare una nuova vita

Salvati poco prima di essere macellati in Cina e messi in sicurezza grazie all’associazione No Dogs Left Behind NDLB. Questi sono Thor e Raina, oggi Muggsy e Isla, due dei tanti cani a cui la ONG ha donato una nuova splendida vita piena d’amore e felicità.

Thor e Raina condividono lo stesso atroce passato, essendo stati venduti per il commercio della carne di cane.

Thor era rinchiuso in una minuscola gabbia nel retro della cucina di un ristorante cinese, pronto per essere ucciso. Raina era invece stipata in un camion diretto al macello, assieme a tanti suoi simili che purtroppo non ce l’hanno fatta.

I volontari di NDLB sono riusciti a portarli via da quell’incubo prima che per loro non ci fosse più nulla da fare. E così entrambi hanno lasciato la Cina, imbarcandosi verso la prossima destinazione di un viaggio che si chiama libertà.

La loro avventura non è stata facile e la loro famiglia adottiva ha dovuto attendere parecchio prima di poterli abbracciare. Per poter entrare legalmente negli Stati Uniti i cani provenienti dalla Cina e da altri Paesi devono trascorrere un periodo di quarantena della durata di 6 mesi.

Finita la quarantena i cani hanno raggiunto alcune famiglie che si sono offerte di tenerli in stallo fin quando non avrebbero avuto una richiesta di adozione. Durante questo periodo Raina cha fatto amicizia proprio con tutti.

Thor e Raina sono arrivati prima in Canada e dopo 6 mesi in America. Il primo a mettere piede sul suolo americano è stato Thor, seguito successivamente da Raina e da altri fortunatissimi.

Thor è stato accolto da una famiglia dell’Ohio che, venuta a conoscenza dell’operato dell’associazione e del Festival di Yulin, ha fatto compilato il modulo per adottare un cane sopravvissuto a quell’orrore. Oggi condivide la sua cuccia con Roman, un Pitbull divenuto subito suo amico. Eccoli insieme, ma la meravigliosa storia non finisce qui.

Sì perché dopo aver adottato Thor, la stessa famiglia ha chiesto di poter avere in affidamento anche Raina. E così l’Alaskan Malamute è atterrata in Ohio. Ad attenderla la sua nuova famiglia e Muggsy, ex Thor. Anche a lei è stato dato un nuovo nome: Isla.

Muggsy e Isla vivono ora felici come non mai nella loro casa per la vita. Loro sono solo alcuni dei cani scampati dai macelli cinesi, ma si stima che ogni anno più di 30.000 tra cani e gatti vengono brutalmente uccisi nei Paesi asiatici per la loro carne.

Ora che il Festival di Yulin è purtroppo ricominciato, continuano le proteste per chiedere di vietare il commercio e il consumo della carne di cane e di gatto nel mondo.

Fonte: No Dogs Left Behind

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook