Questa è la fine che fanno i (troppi) cuccioli di cane regalati a Natale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le feste sono quasi concluse e già si registrano numerose rinunce di proprietà e casi di abbandoni di cuccioli che poco prima erano stati messi sotto l'albero di Natale come regalo delle festività

Il Natale è passato e in casa accanto all’albero e agli addobbi natalizi restano i regali delle festività. Gioielli, libri, cuccioli di cane acquistati per far felici i bambini. Alcuni hanno la fortuna di potersi acciambellare ancora sulla loro morbida cuccia e addormentarsi nel tepore della loro dolce famiglia.

Altri sono stati già abbandonati in strada ora che le feste stanno volgendo al termine e che ci si rende effettivamente conto di quanto impegno comporti l’avere e mantenere l’animale. Vengono portati in macchina con la scusa di andare a fare una camminata e fatti scendere dalla vettura in qualche campagna isolata per ripartire senza il cucciolo.

Consegnati al canile o in qualche rifugio, nel migliore dei casi, con la sempre più frequente “rinuncia di proprietà”, legati giorno e notte a qualche passaggio senza alcun rimorso. Questo è quanto successo a questo cucciolo di taglia media nel Lazio, un precedente regalo di Natale.

I volontari non sanno nemmeno se abbia un nome, ma evidentemente era troppo scomodo da tenere in casa e si è pensato alla soluzione più drastica oltre che illegale.

Così è stato molto probabilmente anche per questo splendido cucciolo simil Husky. ritrovato il 31 dicembre, già scaricato ancora prima che l’anno si concludesse.

Ed è stato sempre così per i centinaia di cuccioli adottati durante il lockdown per poter mettere piede fuori casa ed eludere le restrizioni, poi riportati al canile e abbandonati quando la situazione si è alleggerita. I cani non servivano più. (Leggi anche: In sole due settimane sono stati 1000 i cuccioli di cane abbandonati, i drammatici dati dell’ENPA)

Impossibile distogliere lo sguardo davanti a tutti questi abbandoni, inaccettabile assistere ancora a tutto ciò. Avere un animale non è solamente una fortuna, ma una responsabilità. Per questo la decisione di accoglierne uno dovrebbe essere sempre dettata dalla massima consapevolezza.

I cani, come qualunque altro animale, sono esseri viventi e senzienti, non regali da scartare sotto l’albero. Prima di prenderne uno per i tuoi bambini, assicurati di poterlo accudire a lungo termine. A Natale, a Capodanno, a Pasqua e in estate. Sempre, altrimenti scegli un pupazzo. Queste sono solo due storie di abbandoni post-feste, ma ce ne sono a centinaia.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook