Lagotto romagnolo: 10 cose da sapere prima di adottarne uno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Se stai valutando di adottare un Lagotto romagnolo ci sono alcune cose che devi assolutamente sapere prima di accoglierlo in famiglia come ad esempio le sue caratteristiche peculiari che ti aiuteranno a capire a fondo il carattere e le esigenze di questa razza

Il Lagotto romagnolo è un cane settentrionale, e dal nome era abbastanza facile da intuire, ma con la sua abilità di cercatore di tartufi e la sua dolcezza ha fatto breccia nel cuore di tante famiglie.

La razza, nonostante tutto, non è poi chissà quanto conosciuta, ecco perché se stai pensando di adottarne uno dover tener presente questi 10 punti per conoscere veramente questo splendido cane.

È l’unica razza specializzata nella ricerca di tartufi

Se stai cercando un compagno di avventure che ti segua nei boschi, o su qualunque tipo di terreno, allora hai trovato il cane giusto per te. Uno dei tratti che contraddistingue il Lagotto romagnolo è proprio il suo eccezionale olfatto che gli è valso il titolo di “cercatore di tartufi”.

Questa razza eccelle nella ricerca dei preziosi tuberi, essendo finora l’unica propriamente specializzata. Prima di lanciarsi in questa attività il cane ha bisogno di un allenamento costante e tu di un’autorizzazione alla raccolta per non incorrere in qualche sanzione.

Ama scavare

Dovendo cercare i tartufi, il Lagotto romagnolo segnala i suoi ritrovamenti scavando. Ecco perché questo cane tende a scavare molto spesso per gioco quando è in giardino o all’aperto. Meglio esserne a conoscenza prima di ritrovarti tante buche che il tuo Lagotto realizzerà fiero.

Ha bisogno di tanta attività fisica

Il Lagotto romagnolo è un cane atletico, dalla muscolatura ben proporzionata e per mantenersi in salute necessita di molto esercizio. Non è affatto un cane da divano come un Bulldog, motivo per cui devi assicurarti di potergli dedicare il tempo di cui ha bisogno oltre le regolari passeggiate.

Abbaia poco

Sebbene nasca come cane da caccia, in particolar modo per la selvaggina, il Lagotto romagnolo non è un cane rumoroso né da guarda. Questa razza tende ad abbaiare davvero poco, il più delle volte quando si sente trascurato, ma non è affatto come un Volpino di Pomerania che si sente in dovere di segnalare con la sua vocina qualunque avvenimento lo circondi.

Apprende in niente quanto gli insegni

Il Lagotto romagnolo è un cane estremamente ubbidiente e molto intelligente, tutti tratti che rendono la sua educazione davvero non complessa. Il cane apprende con facilità ed ama lanciarsi in nuove attività, qualunque esse siano.

Assicurati sempre di insegnargli un comando o un compito alla volta e di non eccedere nella durata delle sessioni. Non più di 5-10 minuti a volta, questo vale in generale per qualunque razza canina.

Ha un carattere mansueto

Il Lagotto non è solamente un cane molto sveglio, ma anche affettuoso e tranquillo. Questa razza è infatti pacata e dolce con tutti, anche verso chi non conosce bene. La sua indole è molto equilibrata, ma niente paura: è un gran coccolone e riempie qualunque ambiente di gioia.

Adora i bambini

Essendo paziente e tranquillo, il Lagotto romagnolo è una razza particolarmente indicata per le famiglie con bambini. Questo cane adora i più piccoli e partecipa con entusiasmo a qualunque gioco, dimostrandosi comunque gentile e premuroso nel suo corso.

Gode di ottima salute

In sé quella del Lagotto romagnolo è una razza robusta ed infatti l’animale ha una salute quasi di ferro, soffrendo di poche patologie. Attenzione però alle malattie da accumulo lisosomiale o LSD che sono estremamente aggressive e  vanno diagnosticate con dei test.

Non perde pelo

Una delle tante caratteristiche che i proprietari di Lagotto apprezzano è il fatto che questa razza non perda pelo ed è perciò ipoallergenica. Il suo manto non necessita di particolari cure se non una toelettatura completa una volta l’anno o, se lo si desidera, ogni 5-6 mesi.

Adora l’acqua

Nelle sue origini questa razza cacciava le prede nelle paludi e nelle lagune, lanciandosi in inseguimenti in zone dove l’acqua era abbondante. Il Lagotto è infatti amante dell’elemento e da questo deriva il suo nome dato che nel dialetto romagnolo Càn Lagòt significa proprio cane d’acqua.

Per saperne di più su altre razze canine leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook