La commovente storia di nonno Lupo e degli altri cani anziani che grazie a lui hanno trovato famiglia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

20 anni di canile e difficoltà eppure anche Lupo ha trovato la sua famiglia e come lui tanti altri adorabili cani vecchietti

Quella di Lupo è una delle storie più emozionanti di sempre perché racconta il lieto fine di un cane anziano che nei suoi 20 anni di vita passati in canile non ha mai conosciuto l’affetto di una famiglia, una cuccia morbida e calda dove ripararsi dai gelidi mesi invernali, uno spazio verde dove poter correre libero.

I giorni per Lupo erano tutti uguali, passavano sempre più lentamente nel suo freddo box. Arrivava il Natale, la primavera, l’estate e trascorrevano così gli anni e mentre altri cani forse più belli agli occhi degli adottanti o forse più fortunati lasciavano il canile con la loro nuova famiglia, nessuno mai veniva a chiedere di Lupo, dimenticato, invisibile così come la maggior parte dei cani anziani se non per i volontari del suo rifugio.

20 anni di canile sono una vita intera, anzi più della durata media della vita di un cane. Eppure in tutti i suoi anni Lupo non ha mai smesso di aspettare con fiducia il suo umano, quella persona così speciale e dal cuore d’oro che avrebbe guardato oltre un musetto bianco, gli acciacchi del tempo, la vista offuscata o la lentezza nel camminare e lo avrebbe scelto tra i tanti, portandolo con sé.

E come in tutte le favole più belle, quella persona, la sua persona, è arrivata. Debora Rizzo, una volontaria amante degli animali venendo a conoscenza della storia di Lupo ha deciso di adottare il vecchietto di 20 anni e di concedergli una nuova vita, indipendentemente da quanto questa sarebbe potuta durare. Una settimana, un mese, non importava.

Il 17 ottobre Lupo ha festeggiato con Debora il suo 21° e 22° compleanno, quest’ultimo un po’ in anticipo, ed insieme i due sono riusciti a fare quasi tutto quello che il cane nei suoi precedenti anni non aveva mai sperimentato. Lupo ha passato il primo Natale davanti ad un camino, con i regali che lo attendevano sotto l’albero, ha visto le onde del mare avvolto da una calda coperta, i colori dell’alba e anche se la sua è stata dal primo momento una corsa contro il tempo, Lupo con la sua adottante Debora è rinato. 

Lupo

@Debora Rizzo/Facebook

Quando Lupo ha chiuso gli occhi per l’ultima volta, Debora gli ha scritto una dedica molto commovente, augurandogli buon compleanno e di essere felice, ovunque egli fosse.

Abbiamo sempre sfidato il tempo io e te.
Da quando ti ho portato a casa anziano e stanco, convinta che saresti rimasto con me solo per poche settimane, forse qualche mese, arrivando invece a far passare le stagioni passeggiando sulla neve e rincorrendo le onde del mare. 20, 21, 22 anni.
Abbiamo imparato a giocare con il tempo senza più restare fermi a pensare, fino a quest’ultima settimana quando ormai era chiaro che avrebbe vinto lui, e noi lo abbiamo lasciato vincere, o forse alla fine è solo il tempo che si è arreso, non noi.
Facendo lo sforzo di non cedere all’angoscia, alla paura e alla tristezza lo abbiamo sfidato per un’ultima volta con una lista di “cose da fare”, tutte quelle cose che valgono un “per sempre”.
✔ andare un’ultima volta a vedere il mare
✔ mangiare tutto quello che mi piace
✔ restare in giardino fino al tramonto
✔ riposare accanto al camino acceso e riempire la casa del profumo dei miei biscotti, quasi fosse già Natale
✔ addormentarmi con Debora sul cuscinone
✔ passare del tempo con tutti i miei amici
✔ vedere ancora una volta l’alba dal giardino di casa mia
✔ assicurarmi che Ellen abbia sempre compagnia sui nostri cuscini e che per un po’ la mia ciotola rimanga piena accanto alla sua
✔ festeggiare con le candeline e un po’ di anticipo il mio 22° Compleanno
…e lasciare a Debora il compito di non permettere che la mia storia venga mai dimenticata, di raccontare ancora e ancora di me, affinché le persone ricordando il mio muso bianco e la mia voglia di vivere sorridano ad un altro cane anziano, facendo in modo che tutto l’amore che ho lasciato continui a circolare ❤
Buon Compleanno Nonno Lupo.
Ovunque tu sia ❤
Debora continua a raccontare la storia di Nonno Lupo per sensibilizzare tutti sull’adozione di un animale anziano e dalla sua vicenda è nata una community Facebook  per condividere appelli di cani vecchietti che sono ancora in cerca di casa. Grazie a Lupo molti altri cani non più così giovani hanno trovato una amorevole famiglia, come Nonno Pollicino di 14 anni adottato da pochissimo da una coppia.

Tutti i canili ed i rifugi sono stracolmi di cani, anziani o meno, che aspettano impazienti che qualcuno li adotti per stravolgergli d’amore la vita. Invece di comprare cani e gatti di razza e sovvenzionare questo business, se hai intenzione di avere un animale, adottalo. É la scelta migliore che tu possa fare e non te ne pentirai mai, garantito.

Fonte: Debora Rizzo

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook