I cani più intelligenti condividono questo tratto, secondo un nuovo studio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Uno recente studio volto ad approfondire la capacità cognitiva nei cani ha osservato come i nostri amici a quattro zampe più intelligenti abbiano in comune un tratto in particolare che li farebbe spiccare ancor di più tra le altre razze canine

I cani comunicano con noi in vario modo, interpretando il nostro linguaggio del corpo, il tono della nostra voce e dimostrandoci capacità cognitive che vanno ben oltre il rispondere a un determinato comando. Sebbene tutti i cani condividano delle doti uniche in termini di astuzia, esistono delle razze canine più intelligenti di altre.

È il caso del Barboncino o, ad esempio, del Border Collie, ritenuto il più ingegnoso e intuitivo tra i cani. Proprio su quest’ultimo si sono soffermati i ricercatori del Family Dog Project, un team di esperti che studia gli aspetti comportamentali e cognitivi nella relazione essere umano-cane.

Oltre alla spiccata intelligenza del Border Collie, secondo gli studiosi la personalità di questa incredibile razza sarebbe contraddistinta da un tratto che renderebbe il loro apprendimento ancora più facile: la giocosità. A rivelarlo è un recente studio da loro condotto e pubblicato sulla rivista Animal Cognition.

Per avvalorare la loro ipotesi i ricercatori hanno somministrato un questionario a 21 proprietari di Border Collie dotati e hanno confrontato i quesiti osservando che tutti i proprietari avevano menzionato tra le risposte una elevata giocosità del loro cane.

I risultati sono stati poi comparati con quelli di altri questionari compilati da 43 proprietari di cani ungheresi e 101 austriaci. Anche in questo caso la propensione al gioco in queste razze appare, a detta delle famiglie, inferiore se rapportata a quella del Border Collie.

Proprio grazie a questo tratto particolarmente sviluppato, i Border Collie mostrerebbero maggiori abilità cognitive, distinguendosi nell’imparare le cosiddette etichette verbali o nomi degli oggetti.

I nostri risultati suggeriscono che un livello estremamente elevato di giocosità è associato al talento in uno specifico tratto cognitivo nei cani: la capacità di apprendere etichette verbali degli oggetti, aprendo così nuove possibilità per la ricerca comparativa sul rapporto tra talento e personalità, si legge nello studio.

Con questo studio i ricercatori hanno voluto approfondire il legame tra giocosità e talento, dimostrando che i due sono strettamente correlati. Del resto l’apprendimento è un gioco costante e i Border Collie sembrano saperlo bene.

Fonte: Animal Cognition

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook