Dieta vegana per cani: è davvero più salutare e sicura, come dice questo nuovo studio inglese?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La dieta vegana è adatta ai cani? Se ne è discusso in diverse occasioni ma ora una nuova analisi peer-reviewed, che ha coinvolto 2500 animali domestici, sostiene che non solo è adeguata ma sarebbe addirittura più sana, a patto però di essere nutrizionalmente corretta (vietato dunque il fai da te)

Un nuovo studio, pubblicato su Plos One, suggerisce che la dieta vegana è più sana e sicura per i cani rispetto a quella tradizionale a base di carne. Gli animali domestici che la seguono, infatti, fanno visite dal veterinario meno di frequente e necessitano di un minor numero di farmaci.

Per arrivare ad affermare questo la ricerca, condotta da un team dell’Università di Winchester nel Regno Unito, ha monitorato la dieta e la salute di oltre 2500 cani nel corso di un anno (tramite questionari compilati dai loro proprietari). Di questi poco più della metà seguiva diete convenzionali a base di carne, un terzo è stato nutrito con carne cruda e il 13% era alimentato con la dieta vegana.

Non è così insolito che alcuni proprietari propongano ai loro cani una dieta vegana. Un recente sondaggio condotto nel Regno Unito suggerisce che 1 proprietario su 4, tra quelli che avevano cani (il sondaggio riguardava anche i gatti), ha acquistato almeno una volta cibo per cani vegano e il 45% delle persone che hanno cani ha affermato di essere interessato al cibo vegano per il proprio animale, a patto che sia sano e conveniente.

Ma tornando al nuovo studio, il benessere degli animali è stato valutato utilizzando 7 parametri generali relativi alla salute, tra cui il numero di visite dal veterinario e la presenza di 22 malattie comuni. Lo scopo era appunto quello di scoprire come stavano i cani in relazione alla dieta che seguivano.

I risultati

I risultati di questo studio, che anche se piccolo è il più ampio condotto ad oggi su questo argomento, mostrano che la dieta vegana è migliore purché sia completa dal punto di vista nutrizionale, e dunque non improvvisata (aggiungiamo noi).

Per fare qualche esempio, i ricercatori hanno scoperto che quasi la metà dei cani alimentati con diete convenzionali  richiedevano farmaci (anche se non di routine) mentre solo un terzo dei cani “vegani” ne aveva bisogno.

Inoltre, circa il 17% dei cani che seguiva diete convenzionali ha avuto quattro o più visite dal veterinario nel corso di un anno, rispetto al 9% di quelli con diete vegane e all’8% di quelli con diete a base di carne cruda.

I cani che avevano sofferto di problemi di salute nel corso dell’anno erano il 49% tra quelli che seguivano la dieta convenzionale, il 43% per la dieta a base di carne cruda e il 36% per la dieta vegana.

Lo studio specifica però che alcuni cani, alimentati con carne cruda, erano in realtà più sani di quelli che seguivano la dieta vegana ma questo, sostengono gli autori, poteva anche essere dovuto al fatto che si trattava di animali più giovani.

Il professor Andrew Knight, autore dello studio, in merito ha dichiarato:

La dieta a base di carne cruda sembrava avere risultati sulla salute leggermente migliori. Ma quei cani erano significativamente più giovani, il che dà loro un vantaggio per la salute. Un consistente corpo di studi precedenti ha anche dimostrato che le diete a base di carne cruda sono molto più contaminate da batteri patogeni e parassiti.

Quindi tutti i cani dovrebbero diventare vegani?

Questo studio è indubbiamente interessante, ma limitato ad un piccolo campione di cani domestici e non può certo essere esaustivo di tutte le situazioni specifiche dei singoli animali.

C’è inoltre da sottolineare una cosa importante. Come suggerisce il professor Knight stesso, i problemi di peso sono spesso un fattore chiave che porta a sviluppare patologie nei cani (e non solo):

Uno dei problemi di salute più comuni per i cani è il sovrappeso o l’obesità ed è purtroppo comune che quando eseguiamo test sulle diete a base di carne, ci sono più calorie.

Indubbiamente la dieta è fondamentale ma non è certo l’unica cosa importante da considerare se vogliamo che i nostri cani siano in salute (importantissime le passeggiate, ad esempio).

Un corretto stile di vita che previene l’obesità anche nei cani è importante quanto la dieta. Quest’ultima va sempre valutata con l’aiuto di uno specialista, affidatevi dunque al vostro veterinario di fiducia anche e soprattutto se intendete modificare l’alimentazione del vostro cane. Il fai da te in questo caso può comportare seri rischi.

Lo  studio inoltre, come sottolineano gli stessi autori, ha dei limiti e dunque sono necessarie ulteriori ricerche per confermare i risultati. Il limite più grosso è che sono stati presi a campione animali domestici e non cani alimentati in maniera differente e specifica per poter valutare gli effetti sulla salute delle varie diete.

Come ha dichiarato Justine Shotton, presidente della British Veterinary Association:

Ci sono molte ricerche in corso nel campo delle diete vegane per cani e questo documento si aggiunge al corpo di prove a sostegno dei suoi benefici. Tuttavia, al momento mancano dati solidi che mappano le conseguenze sulla salute dell’alimentazione di una dieta vegana a un gran numero di cani per molti anni, quindi non vediamo l’ora di vedere ulteriori ricerche sul fatto che questo possa soddisfare le esigenze dietetiche di un cane a lungo termine. Anche se non lo raccomandiamo, è teoricamente possibile nutrire un cane con una dieta vegetariana, ma i proprietari dovrebbero consultare un veterinario esperto per evitare carenze dietetiche e malattie associate.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonti: Plos OneThe Guardian

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook