Dante, l’Husky morto di tristezza e disperazione dopo la scomparsa del suo proprietario

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un cane di nome Dante si è lasciando andare dopo la dipartita del suo proprietario, morendo di disperazione e di un dolore che a parole risulta impossibile da descrivere. La sua storia è la prova di quanto profondo possa essere l'amore e la fedeltà di un animale verso il suo amico umano

Una storia così spezza il cuore. È quella di Dante, un giovane Husky siberiano cresciuto a Hermosillo, in Messico, tra le braccia dei suoi proprietari Eliot e Victor e morto di tristezza dopo che Eliot è venuto a mancare. A raccontarla è Victor, che sul suo profilo ha sempre condiviso i momenti più felici e i ricordi che ha collezionato in questi anni.

Una famiglia piena di amore e complicità alla quale ben presto si è aggiunta Nova, un altro esemplare di Husky. Passeggiate sulla spiaggia, tramonti dai colori vibranti, giochi senza sosta. Le loro giornate passavano così fin quando un dramma ha interrotto bruscamente quella immensa felicità. Eliot non c’era più.

Una perdita difficilissima da superare per Victor come per Dante e Nova. Dante, in particolare, era tremendamente scosso. Da quel momento, come Victor racconta nei suoi tweet, ha scelto di seguire il suo amore in cielo.

Il giorno in cui Eliot è morto, i nostri cani erano molto turbati. Mi hanno visto solo piangere. Ho cercato di essere forte per loro, ma non ci sono riuscito. Fino a quando non mi sono seduto con loro, li ho accarezzati e ho detto loro che Eliot li amava moltissimo e che, da dove si trovava, si sarebbe preso cura di loro. Dante si è girato a guardarmi e aveva letteralmente le lacrime agli occhi. È stato impressionante, era come se capisse tutto quello che dicevo, ha scritto Victor.

Da quel momento tutto è precipitato. Dante ha iniziato a camminare a fatica. Victor lo ha portato immediatamente dal veterinario per effettuare tutti i controlli possibili. Dalle analisi, però, l’Husky sembrava perfettamente in salute. Se non per la tristezza che aveva scosso profondamente il suo animo.

Il giorno dopo, mentre Victor si preparava a recarsi al lavoro, Dante gli ha scodinzolato felice. Victor sperava che fosse un segno di ripresa. Al rientro a casa ha capito invece che quello era stato l’ultimo saluto da parte del suo cane. Dante era morto e aveva raggiunto Eliot.

Parlando con il veterinario di fiducia Victor ha appreso che il suo migliore amico a quattro zampe era morto di tristezza, un dolore così forte che lo aveva fatto ammalare in pochissimi giorni. Da quel momento Victor è rimasto solo con Nova, che lo scorso dicembre ha compiuto 5 anni.

Oggi io e Nova siamo più uniti che mai. Mi accompagna ovunque ed è l’amore della mia vita. Sento che una grande parte di Eliot vive in lei – e mi ricorda il grande amore che abbiamo avuto, ha detto Victor.

Come Eliot, Victor ricorderà sempre il suo Dante.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Victor Coronado/Twitter

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook