Questo cane rapito 5 anni fa ha appena riabbracciato la sua famiglia umana, dopo un lungo viaggio di 1000 km

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Lieto fine inaspettato per un cane che era stato rapito in Texas dal cortile di casa in cui viveva: dopo ben 5 anni è stato ritrovato e ha potuto riabbracciare la sua adorata famiglia

Per 5 lunghi anni la famiglia Moore-Malmstrom ha aspettatom di ricongiungersi con l’amato cane Sheba, un pastore tedesco femmina, ma era convinta che non sarebbe più riuscita ad abbracciarlo. La fedele amica era stata, infatti, rapita nel 2018 dal cortile dell’abitazione in cui viveva insieme ai suoi proprietari, in Texas.

Trascorso tutto questo tempo dalla sua scomparsa, i Moore-Malmstrom avevano ormai perso ogni speranza fino a quando Stephanie ha ricevuto un messaggio che l’avvisava che Sheba era stata ritrovata a ben 965 km di distanza da casa sua.

Inizialmente pensava si trattasse di uno scherzo.

Il mio pensiero iniziale è stato: dov’è il mio milione di dollari e la mia crociera? – come ha raccontato – Qualcuno mi sta truffando.

Anche quando un agente di polizia le ha confermato che il microchip corrispondeva, la giovane era ancora scettica. Tutto è cambiato quando finalmente le è stato mostrato il suo cane in videochiamata. A quel punto è stata travolta da un tripudio di emozioni.

A riportare a casa Sheba ci ha pensato Pilots N Paws, un’organizzazione che si occupa del salvataggio e del trasporto di animali domestici. Dopo aver percorso quasi 1000 km in volo, è arrivato l’attesissimo ed emozionante momento: Sheba ha potuto riabbracciare la sua famiglia. Appena scesa dall’aereo, la cagnolona ha subito riconosciuti i suoi amati proprietari inondandoli di feste e allegria.

Ho provato ogni emozione immaginabile – ha raccontato la donna, che adesso sta recuperando insieme a Sheba il tempo perduto. –  Non riesco a togliere le mani dalla nostra cucciolotta. È contenta di essere a casa! Ci ha accolti con tanti baci.

Durante quei 5 anni lontani da casa Sheba ne ha vissute di tutti i colori. Dopo essere stata rapita, era stata adottata da una famiglia con la quale aveva vissuto per circa 4 anni per poi essere abbandonata per strada e accudita da un adoloscente che si era affezionato all’animale.

Infine è arrivata la svolta, grazie ad un addetto al controllo dei randagi che in seguito al controllo del microchip, ha scoperto che si trattava proprio di Sheba. Una storia a lieto fine degna di un film.

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Fonti: Saving Sheba/Stephanie Moore Malmstrom

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook