53 cani destinati al macello sono stati salvati pochi istanti prima di essere uccisi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il commerciante di carne canina, un indonesiano diretto a Sukoharjo, è stato arrestato dalla polizia per commercio illegale

Ecco il carrello smart per la spesa

Il commerciante di carne canina, un indonesiano diretto a Sukoharjo, è stato arrestato dalla polizia

Una ennesima strage di animali è stata evitata, per fortuna. 53 cani domestici, rapiti e sottratti alle loro famiglie, sono stati trovati dalla polizia indonesiana piagnucolanti e tremanti di paura, legati all’interno di sacchi per la spazzatura nel retro di un camion; i loro musetti erano legati con spago o con fascette da elettricista, per impedire che mordessero o che abbaiassero. Erano in viaggio da più di dieci ore, destinati ad un macello illegale a Sukoharjo, sull’isola di Giava.

Il camion è stato fermato dalla polizia locale proprio mentre arrivava al macello dove ogni giorno vengono picchiati a morte una trentina di cani, la cui carne è destinata al consumo umano. L’uomo alla guida del tir degli orrori è stato arrestato con l’accusa di commercio illecito di carne di cane. I cani erano tutti poco più che cuccioli: la maggior parte di loro era deperita e ferita, e un cane è purtroppo morto per le conseguenze del viaggio. L’associazione animalista Dog Meat Free Indonesia è prontamente intervenuta per prendersi cura degli animali salvati:

Il cuore mi batteva forte nel petto mentre ci avvicinavamo al camion, perché potevo sentire il pietoso piagnucolio dei cani e poi li ho visti tutti legati nei sacchi, i loro morbidi musi chiusi con il filo metallico – ha raccontato l’attivista Lola Webber. – Erano estremamente traumatizzati e spaventati. Siamo arrivati ​​appena in tempo perché l’omicidio di solito avviene nelle prime ore del mattino. Siamo immensamente grati alle autorità per aver preso provvedimenti.

I cani salvati hanno ricevuto subito cure veterinarie di emergenza dai volontari e sono stati trasferiti poi in un rifugio. Si spera di poterli restituire alle famiglie alle quali sono stati sottratti, anche se sarà difficile trovare i proprietari degli animali – nonostante i molti appelli locali lanciati dagli ambientalisti. Se non sarà possibile ricongiungerli ai loro amici umani, saranno messi in adozione.

In Indonesia purtroppo, come anche in altri paesi del mondo, non vi è alcun divieto a livello nazionale al commercio di carne di cane per uso umano: finora sono stati i governi e le amministrazioni regionali ad agire contro questa orribile mattanza, mentre il governo si è impegnato solo a reprimere il commercio – come in questo caso, in cui il commerciante di carne è stato al centro di un’indagine della polizia locale che va avanti da mesi: per gli inquirenti, avrebbe coordinato le spedizioni di centinaia di cani da macello ogni mese.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Dog Meat Free Indonesia

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook