Cane randagio salva neonato abbandonato in una discarica

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

E' accaduto nelle Filippine, la vigilia di Natale. Un uomo ha trovato un neonato grazie a un cane randagio che ne aveva segnalato la presenza

Era la vigilia di Natale. Siamo a Sibonga, a sud di Cebu, nelle Filippine. Un cane randagio inizia ad agitarsi, corre, cerca di attirare l’attenzione dei passanti, fino a quando un uomo decide di seguire l’animale. Il cane si ferma nei pressi di una discarica e lì, avvolto in un asciugamano, c’era un neonato.

Il piccolo era stato abbandonato con ancora il cordone ombelicale legato alla placenta, rinchiusa in un sacchetto scuro di plastica. Una vita iniziata in salita per il piccolo, ma che nella sua disgrazia ha avuto la fortuna di trovare sul suo cammino il cane.

Junrell Fuentes Revilla stava guidando la sua motocicletta tra le montagne di Magkagong la vigilia di Natale quando il cane ha iniziato a inseguirlo abbaiando e cercando di attirare la sua attenzione. Sentendo che il cane stava cercando di dirgli qualcosa, l’uomo si è fermato e ha deciso di seguirlo fino a un’area erbosa nei pressi di una discarica.

Una volta arrivato, ha subito notato uno strano fagottino marrone, che emetteva dei deboli lamenti. Il piccolo è stato portato al Community Hospital dove ha ricevuto le cure necessarie ma sta bene. Le autorità locali si sono messe subito alla ricerca della madre mentre il bambino è rimasto sotto la tutela dell’Ufficio comunale di assistenza sociale.

Il sergente di polizia Venus Tampos che si occupa di protezione delle donne e dei bambini della polizia di Sibonga ha detto che il cane è uno dei 5  randagi che frequenta la discarica.

E’ solo grazie a lui che il bambino è vivo, e grazie anche al motociclista che ha colto la richiesta di aiuto che il cane averva cercato di inviargli. Ancora una volta sono gli animali a salvarci la vita, dimostrando un’umanità che talvolta a noi manca.

Fonti di riferimento: Facebook/Sibonga.wcpd, Sugbo.ph

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook