Terribile! Cammelli sottoposti a trattamenti facciali con botox durante un concorso di bellezza in Arabia Saudita

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Per vincere il King Abdulaziz Camel Festival, alcuni cammelli sono stati sottoposti a (mal)trattamenti di bellezza con il botox.

Ecco il carrello smart per la spesa

La crudeltà dell’essere umano può essere infinita: per vincere il King Abdulaziz Camel Festival, con circa 58 milioni di euro di premi, alcuni cammelli sono stati sottoposti a (mal)trattamenti di bellezza con il botox.

In questi giorni è in corso uno dei più importanti festival dell’Arabia Saudita: il King Abdulaziz Camel Festival. Allevatori di cammelli di tutto il mondo si radunano nel nord-est di Riyadh, la capitale saudita, per circa un mese e competono – tra concorsi di bellezza e corse – sperando di vincere il ricco premio di circa 58 milioni di euro.

Una fortuna che ha attratto anche molti allevatori avidi e crudeli che non si sono fatti scrupoli a barare, anche a costo della sofferenza degli animali, ritoccando esteticamente le loro facce pur di riuscire a portare il montepremi a casa. Infatti, secondo l’Agenzia di stampa statale saudita, almeno 43 cammelli “potenziati” artificialmente sono stati squalificati dal festival.

L’assurdo concorso di bellezza valuta il lignaggio e altre caratteristiche dei cammelli come la forma della testa, le labbra lunghe e cadenti, un naso prominente, il collo e le gobbe perfette, i vestiti e le posture. Questi animali, tante volte vittime di maltrattamenti, come dimostrato anche da questo festival, costituiscono per la regione un’industria milionaria.

Il comitato medico del festival composto da un team interdisciplinare, riceve i cammelli e li esamina. Dalla testa fino alle zampe, ogni animale passa per un esame clinico approfondito in cui vengono utilizzati dispositivi tecnici specializzati e avanzati, come dispositivi radiologici avanzati, sonar 2d e 3d, analisi genetiche e test di laboratorio.

È così che il Camel Club dell’Arabia Saudita è riuscito a identificare gli allevatori che avevano usato iniezioni, impianti di gel, elastici e ormoni per gonfiare e modificare l’aspetto dei cammelli. Sebbene questa non sia la prima volta che accade uno scandalo di questo tipo, questa edizione del festival è quella in cui si sono registrati più casi.

Già di per sé il concorso di bellezza e le corse a cui sono esposti questi animali sono inutili, crudeli e umilianti, a questo aggiungiamo il botox o le chirurgie estetiche sui cammelli per arrivare a compiacere i nostri standard di “bellezza”. Dal momento che i cammelli sono un tesoro nazionale in Arabia Saudita, non sarebbe meglio mostragli rispetto risparmiandogli questi tipi di abusi organizzati solo per il nostro intrattenimento?

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Fonte: SPA / Camel Club / Gov.Sa / National Geographic

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Comunicatrice sociale specializzata in giornalismo ambientale e terzo settore, un master in Comunicazione Ambientale e uno in Innovazione Sociale. In greenMe ha trovato il suo habitat ideale.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook