Ancora non si riesce a liberare il Beluga intrappolato nella Senna

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un beluga è rimasto intrappolato nella Senna da venerdì 5 agosto. Le associazioni stanno provando a salvarlo, ma il cetaceo rifiuta il cibo. Le possibilità di successo sono scarse e le condizioni dell'animale marino molto preoccupanti

La storia si è ripetuta, sempre nella Senna, ma stavolta il protagonista di questa ennesima triste vicenda non è un’orca, ma un beluga di circa 4 metri. È da venerdì 5 agosto che la presenza del mammifero marino è stata segnalata tra due chiuse a circa 70 kilometri a nord di Parigi.

beluga senna

@Sea Shepherd France

Il beluga ha nuotato per oltre 160 km nella Senna, oltrepassando il porto di Rouen e allontanandosi di molto dal suo habitat. In natura i beluga vivono infatti nelle acque artiche e subartiche della Terra. Nonostante si muovano frequentemente lungo le aree costiere, spostandosi tra l’acqua dolce e l’acqua marina, non si sa per quanto tempo ancora questo beluga possa sopravvivere nella Senna.

Sul posto oltre a tanti cittadini curiosi di avvistare l’animale ci sono i veterinari statali e i volontari di Sea Shepherd France che, preoccupati per la salute del beluga, hanno provato a nutrirlo, lanciandogli trote e altro pesce fresco. L’esemplare rifiuta però il cibo.

Alcuni segni sulla pelle del cetaceo fanno pensare a un peggioramento del suo stato di salute. Le sue condizioni sono infatti preoccupanti.

La sua inappetenza fa pensare a qualche malattia, probabilmente un virus. Sebbene l’animale sia visibilmente deperito e stressato, risulta ancora vigile e risponde agli stimoli esterni. Per tale motivo l’eutanasia è un’opzione che Sea Shepherd France non vuole minimamente prendere in considerazione.

Secondo quanto riferisce Reuters, i veterinari vogliono provare ora a iniettare al beluga bianco delle vitamine. Crescono intanto le preoccupazioni per la salute del cetaceo, ancora in quel tratto della Senna da ormai quattro giorni.

Fonte: Sea Shepherd France – Twitter

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook