Ci risiamo, una volpe passeggia tranquilla nel Parco dei Castelli Romani: e no, non è una buona notizia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

No, non è una buona notizia vedere una volpe che passeggia tranquilla del Parco dei Castelli Romani, non è mai una buona notizia quando un animale selvatico non ha paura degli esseri umani. Succede quando è in cerca di “cibo facile”, con ogni probabilità dato da qualcuno. Ma è sbagliatissimo, continuiamo a ripeterlo

Dopo la volpe che fa visita ogni sera ai Carabinieri di Ciampino, ora un’altra che passeggia tranquilla nel Parco dei Castelli Romani: non sono buone notizie, significa che questi animali selvatici non hanno paura dell’uomo e questo comportamento è innaturale. Succede con ogni probabile in cerca di “cibo facile”, con ogni probabilità dato da qualcuno. Ma è sbagliatissimo, continuiamo a ripeterlo.

Leggi anche: La volpe che fa visita ogni sera ai Carabinieri di Ciampino non è una “mascotte”, ma l’esempio di ciò che NON dovremmo mai fare

Il Parco dei Castelli Romani, sula sua pagina Facebook riferisce che una volpe gironzola tranquilla per le strade di uno dei comuni del Parco, in particolare nel centro storico del comune di Rocca Priora. Tra l’altro mentre fino a poco tempo fa l’esemplare si vedeva solo nelle ore notturne, ora sembra non abbia il minimo timore a farsi vedere di giorno.

Questo comportamento, del tutto innaturale, è quasi sicuramente dovuto alla certezza di trovare cibo, offerto da persone che glielo offrono, ma questo comportamento è sbagliatissimo.

Una delle prime regole che i veterinari e gli esperti dei centri di recupero della fauna selvatica ribadiscono in continuazione è proprio quella di non dare da mangiare agli animali selvatici.

Leggi anche: Perché non dovresti mai dare da mangiare ai ricci le crocchette per gatti

I motivi sono davvero tanti: dal punto di vista etologico, nutrizionale e non per ultimo l’incolumità degli animali stessi. La fauna selvatica è e deve essere perfettamente in grado di alimentarsi da sola ma se forniamo noi cibo rendiamo gli animali dipendenti da noi, incapaci di procurarsi il cibo autonomamente in natura. E il nostro cibo potrebbe addirittura far loro del male.

Invitiamo, quindi, i cittadini a non lasciare cibo a disposizione, a vigilare sulle ciotole lasciate ai gatti e a prestare attenzione al conferimento della spazzatura negli appositi secchi – tuonano gli esperti del Parco – Ricordiamo che il nostro cibo può rappresentare un vero veleno per gli animali selvatici e trovarlo a disposizione vicino alle nostre case, può far loro perdere la capacità innata di procacciarselo in natura

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Parco dei Castelli Romani/Facebook

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook