Questi lupi in Alaska hanno mangiato tutti i cervi, poi hanno fatto qualcosa di inaspettato che ha stupito anche i ricercatori

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un nuovo studio scientifico ha indagato sulle dinamiche predatore-preda, osservando il comportamento dei lupi in Alaska che, dopo aver abbattuto tutti i cervi del territorio, hanno fatto qualcosa che ha stupito i ricercatori

In Alaska, sull’isola di Pleasant Island, gli studiosi possono osservare una gran varietà di fauna selvatica. Questa gelida terra è la casa di lontre, scoiattoli, cervi e lupi, questi ultimi introdotti nel 2013. Da quell’anno in poi i predatori hanno cacciato tutti i cervi dell’area, facendone crollare la popolazione.

Un dato che gli scienziati prevedevano, monitorando i lupi tramite radiocollare e analizzando gli escrementi raccolti lungo le coste. Poi, però, è successo qualcosa di nuovo. I ricercatori dell’Oregon State University e dell’Alaska Department of Fish and Game hanno constatato come l’alimentazione dei lupi sia cambiata nel corso del tempo in maniera inaspettata. 

Ne danno notizia in uno studio scientifico pubblicato di recente sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences. I ricercatori hanno scoperto che la dieta dei lupi in Alaska prevedeva sempre più prede di cui si nutrivano marginalmente: le lontre marine.

Se nel 2015 la loro alimentazione comprendeva cervi al 75% e le lontre marine al 25%; dal 2017 in poi i lupi hanno iniziato a predare le lontre marine che, fino alla conclusione dello studio, hanno rappresentato il 57% della loro dieta.

grafico lupi

@PNAS

Abbiamo recentemente scoperto che questa profusione di lontre marine funge anche da sostanziale risorsa alimentare per i lupi nel paesaggio del sud-est dell’Alaska e in particolare nelle aree adiacenti a Glacier Bay dove le lontre marine sono protette e rappresentano il mammifero marino più abbondante, scrivono gli studiosi.

Le dinamiche tra predatori e prede vengono osservate dalla scienza per valutare l’impatto delle singole specie coinvolte. Per gli esperti si tratterebbe della prima interazione tra questi due predatori, il primo caso documentato di lontre marine divenute la principale fonte di cibo dei lupi in Alaska.

Le lontre marine sono un famoso predatore dell’ecosistema vicino alla costa e i lupi sono uno dei più famosi predatori all’apice nei sistemi terrestri. Quindi è piuttosto sorprendente che le lontre marine siano diventate la risorsa più importante per nutrire i lupi. Hai i migliori predatori che si nutrono di un grande predatore, ha dichiarato Taal Levi, coautore dello studio.

Gli studiosi si sono anche chiesti se i lupi si potessero spostare sulla terraferma, essendo stato dimostrato che questi predatori sono in grado di nuotare fino a 12 km. Ma non è questo il caso. Nel corso dello studio, condotto dal 2015 al 2021, i ricercatori hanno potuto osservare come i lupi si appostassero sulle rocce e uccidessero le lontre.

Dopo decenni di recupero dalla quasi estirpazione, i loro areali ora si sovrappongono, sottolineano i ricercatori.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: PNAS

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook