Oggi è la giornata mondiale della tigre, il felino più grande del mondo e il più minacciato

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il 29 luglio si celebra la giornata mondiale della tigre, il predatore felino più grande del mondo e più a rischio estinzione. Sarebbero oltre 3900 le tigri oggigiorno libere in natura, ma tutte le sottospecie sono inserite nella Lista Rossa della IUCN perché in pericolo

Splendide con il loro manto striato, lo sguardo fiero e coraggioso e una forza e una agilità che le rendono tanto possenti quanto temute da qualunque altro essere vivente. Sono le tigri, i felini più grandi al mondo e anche quelli più minacciati di estinzione.

Sarebbero poco più di 3900 le tigri selvatiche in natura oggigiorno. Proprio per questo il 29 luglio è stata istituita la Gionata mondiale della tigre per proteggere universalmente questo predatore. La tigre è inserita nella Lista Rossa della IUCN, il suo stato di conservazione è in pericolo di estinzione.

tigre

©Sweden Ola Jennersten/WWF

I rischi maggiori sono rappresentati dal bracconaggio, dalla distruzione del suo areale di distribuzione, dal turismo e dal commercio clandestino di specie selvatiche. Secondo quanto riporta il WWF, nel Sudest asiatico tra il 2000 e il 2018 è stato sequestrato un quantitativo di parti di tigre equivalente a 1004 tigri. (Leggi anche:Cuccioli di tigre e zanne d’elefante: così il traffico di animali selvatici prospera su Facebook)

Le tigri popolano una serie di habitat tra loro molto diversi: dalle zone montane alle foreste tropicali. Vivono in solitaria una volta raggiunta l’indipendenza dalla madre. Ciò avviene intorno ai 2 anni e la maturità sessuale tra i 3 e i 5 anni.

Cacciano da sole e sono in grado di uccidere le loro prede con un solo colpo, cibandosi di oltre 35 kg di carne alla volta. In natura le tigri possono vivere fino ai 20 anni, ma circa la metà dei cuccioli non sopravvive oltre i 3.

Sono diffuse in tutto il mondo, in prevalenza in India, Nepal, Bhutan, Russia e Cina. Qui il numero di esemplari è in aumento grazie a progetti di tutela e conservazione della specie.

Uno di questi è il CATS Conservation Assured Tiger Standards con oltre 100 siti che monitorano e salvaguardano oltre il 70% della popolazione mondiale di tigre.

Attualmente esistono 2 sottospecie di tigri: Panthera tigris tigris e Panthera tigris sondaica. La prima raggruppa le sottospecie di tigre siberiana, tigre della Cina meridionale, tigre indocinese e tigre malese. La seconda invece la tigre di Sumatra.

Ai due gruppi appartenevano anche la tigre di Bali, la tigre di Giava e la tigre del Caspio. Oggi queste sottospecie sono estinte. Di loro rimane traccia solamente nei tomi scientifici.

Fonte: WWF

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook