I leoni salvati dallo zoo ucraino di Odessa sono stati accolti in un santuario, non vedranno mai più le gabbie

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Nove leoni provenienti dallo zoo ucraino di Odessa sono stati trasferiti in un santuario americano dove vivranno lontano dalle gabbie e dalle sbarre. I felini sono giunti sani e salvi nella loro nuova casa nei giorni scorsi

Vivevano nello zoo di Odessa, in Ucraina, come tanti altri animali selvatici rinchiusi in gabbia e esposti ai visitatori, ma a questi leoni la vita ha riservato un nuovo inizio. Nove felini sono stati messi in salvo nel Paese dilaniato dalla guerra e hanno finalmente raggiunto il The Wild Animal Sanctuary, un santuario per grandi predatori sito in Colorado.

La loro storia, dopo anni trascorsi dietro le sbarre, è iniziata verso l’aprile del corrente anno quando per via degli scontri bellici i felini sono stati trasferiti altrove e dall’Ucraina hanno attraversato la Moldavia. Quasi 600 miglia in direzione Romania. Qui sono stati temporaneamente collocati presso lo zoo di Targu Mures.

Grazie all’intervento di associazioni internazionali i nove leoni di Odessa hanno presto ricevuto una nuova sistemazione. Il santuario The Wild Animal Sanctuary si è offerto di accoglierli nella sua riserva protetta.

Le operazioni di salvataggio internazionali sono quasi sempre di natura più complessa, ma poi si tiene conto di una varietà di governi stranieri e di tempistiche per l’autorizzazione, alcuni di quelli con zone di guerra attive. Siamo grati di poter far uscire tutti i leoni in tempo e salvarli. Questo è ciò che conta, ha dichiarato Pat Craig, direttore esecutivo di The Wild Animal Sanctuary.

Nei giorni scorsi i leoni sono arrivati sani e salvi in Colorado. Qui vivranno per tutto il resto della loro vita, in un ambiente incontaminato, lontano dai turisti. A disposizione hanno ben tre aree di oltre 4.000 ettari.

Il The Wild Animal Sanctuary è specializzato nella riabilitazione dei carnivori selvatici. Nella sua struttura ospita oltre 650 animali tra leoni, tigri, orsi, lupi, leopardi, sottratti da maltrattamenti o confiscati.

Fonte: Cision Pr Newswire

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook