Castori: molto più che semplici roditori. 10 cose da sapere su questi straordinari animali

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Conosci l'habitat ideale del castoro? Sai fino a quanto può pesare o quali sono i suoi cibi preferiti? Scopri di più su questo incredibile roditore soprannominato dai più "ingegnere dell'ambiente"

Massiccio, dalla coda piatta e a squame e una funzione più che essenziale per l’ecosistema. A questa breve descrizione non può che corrispondere il castoro, un roditore semiacquatico di dimensioni considerevoli che però non ostacolano in alcun modo le sue abilità.

Per alcuni il castoro è un animaletto adorabile oltre che dotato di grande ingegno, molti altri ritengono invece il roditore dannoso per l’ambiente. Ma sarà davvero così? Non proprio, scopriamo di più sul castoro oltre i miti che aleggiano sulla sua figura. Queste sono 10 cose sul castoro che probabilmente non conosci.

Ingegnere dell’ambiente

Il castoro può vantare il soprannome di “ingegnere dell’ambiente” confermato anche da precedenti studi scientifici. Questo roditore è famoso per la costruzione di dighe con le quali rallenta la velocità dei corsi d’acqua e realizza ruscelli, stagni e altre zone umide. Qui proliferano pesci, anfibi, uccelli e altre specie viventi, trovando un ambiente favorevole.

Con i suoi denti il castoro è in grado di buttar giù anche alberi dal diametro superiore a 1 metro, ma preferisce di gran lunga gli alberelli.

Non mangia pesce

Essendo un roditore semiacquatico si potrebbe pensare che l’alimentazione del castoro comprenda il pesce, ma no, non è così. Il castoro si nutre della corteccia, dei germogli e delle foglie di alberi e arbusti. I loro preferiti sono salici, aceri, pioppi, faggi e betulle.

È il più grande roditore del Nord America

Il castoro è il più grande roditore del Nord America e ha una storia antichissima ma non così felice. Prima della colonizzazione europea nelle terre incontaminate del Nuovo Mondo si contavano fino a 400 milioni di castori. Oggi il numero di esemplari è precipitato e la popolazione di castori americani si aggira attualmente sui 12 milioni.

È stato reintrodotto in molti territori

Il castoro ha rischiato di estinguersi nel Nord America come in altre regioni per via della caccia alla sua pelliccia. I cacciatori hanno quasi fatto scomparire questo preziosissimo roditore. Oggi le minacce sono di altro tipo (come il conflitto uomo – animale), ma il castoro è stato reintrodotto in vari territori. I castori sono tornati a ripopolare l’Europa assieme a lupi e bisonti ad esempio.

Ha le sue preferenze in fatto di habitat

Il castoro trascorre parte della sua vita in acqua. Preferisce muoversi lentamente, in tutta calma, in laghi e fiumi e la pendenza di questi ultimi deve essere di circa l’1-2%. I castori non vivono infatti in fiumi la cui pendenza è superiore al 2,5%.

L’estensione del suo habitat dipende dalla disponibilità di cibo nonché dalla popolazione di castori del territorio. Mediamente è di 3 km.

Batte la coda per comunicare il pericolo

Il castoro ha un modo tutto suo di comunicare alla sua famiglia un imminente pericolo. Per allertare il gruppo è solito battere la coda sullo specchio d’acqua, creando un gran trambusto.

È un roditore di un certo peso

Sapevi che il castoro è un roditore di grandi dimensioni? Può pesare anche più di 30 kg e misurare complessivamente fino a 1 metro e 20 di lunghezza, coda compresa. I ricercatori lo definiscono un animale tozzo e pesante ma comunque più che carino.

I piccoli vengono al mondo attrezzati

Le femmine di castoro possono partorire fino a 8 cuccioli, in media ogni cucciolata ne conta però 4. I piccoli nascono dotati già di tutto l’essenziale. Vengono al mondo con la pelliccia, con gli incisivi spuntati e gli occhi aperti. I giovanissimi castori rimangono con i loro genitori fino al raggiungimento della maturità sessuale. Ciò si verifica intorno al secondo anno d’età.

La larghezza del fiume incide sul suo lavoro

Un castoro “prende” esattamente le misure per i suoi lavori altrimenti che ingegnere sarebbe? Se i corsi dei fiumi sono larghi più di 10 metri allora il castoro preferisce costruire tane e tunnel piuttosto che dighe. La realizzazione di dighe avviene se è necessario gestire i livelli dell’acqua. I tunnel possono sfiorare anche i 20 metri, ma solitamente non si estendono oltre i 5.

Viene celebrato in una giornata internazionale

Il castoro, come tanti altri animali, ha una giornata internazionale dedicatagli. Questa ricorre il 7 aprile di ogni anno. In tale data si festeggia in tutto il mondo l’International Beaver Day.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Wild Trout TrustChattahoochee Nature Center

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook